#adesso: approvare la riforma del Codice Antimafia

Torna in Aula alla Camera la riforma del Codice Antimafia nella parte che riguarda le misure di prevenzione patrimoniale e la confisca dei beni ai mafiosi. L’inizio della discussione è fissato per il 25 settembre e nei giorni successivi ci auguriamo che si arrivi all’approvazione definitiva in terza lettura: dopo essere stata approvata alla Camera nel novembre del 2015, infatti, la riforma si è poi arenata per due anni in Senato dove è stata votata nel luglio del 2017, subendo alcune modifiche. Risulta dunque urgente l’approvazione definitiva alla Camera del testo uscito dal Senato per non correre il rischio che ...


Tiberio Bentivoglio e Davide Mattiello: il video

Nell'ambito del progetto "Scuola-Territorio, 100 passi verso il 21 marzo", venerdì 10 marzo l'istituto Ipia Plana di  Torino ha ospitato Tiberio Bentivoglio, testimone di giustizia che per anni ha subito gli attacchi della 'ndrangheta. Con lui ha dialogato Davide Mattiello, deputato Pd e membro della Commissione Parlamentare Antimafia che ha spiegato i punti fondamentali della riforma sui Testimoni di giustizia votata dalla Camera ed in attesa di essere promulgata anche in Senato. L'incontro è stato moderato da Andrea Zummo di Libera Piemonte ed ha visto gli interventi di Diego Sarno, coordinatore regionale di Avviso Pubblico e Francesco Daniele, coordinatore II Commissione - Circoscrizione ...


Mafie e calcio: il video

  Il report dell'incontro sul tema "mafie e calcio" del 6 marzo, insieme a Diego Sarno, Assessore alla legalità di Nichelino, Pierpaolo Romani, Coordinatore Avviso Pubblico, Davide Mattiello deputato PD e membro della Commissione Parlamentare Antimafia e Andrea Giambartolomei, giornalista de "Il Fatto Quotidiano". L'incontro è stato realizzato nell'ambito dei 100 passi verso il 21 marzo del Piemonte.   https://www.youtube.com/watch?v=voFcDde13_A&feature=youtu.be


Il 21 marzo è legge

  La Legge per fare del 21 Marzo la Giornata Nazionale della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime delle mafie è stata approvata oggi dalla Camera dei Deputati. Il video dell'intervento di Davide Mattiello:   https://www.youtube.com/watch?v=IZpid2-4UzM


La mafia non è più quella di una volta: video integrali

  “La mafia non è più quella di una volta (ma resta quella di sempre)”, convegno organizzato a Montecitorio da Davide Mattiello, onorevole PD e membro della Commissione Antimafia, si è tenuto lo scorso 22 febbraio con l’obiettivo di riflettere, a 25 anni dalle stragi di Palermo, su come sia cambiato il fenomeno mafioso e sull'adeguatezza dell'attuale quadro normativo, dal 416 bis alla legge Anselmi. Per affrontare la complessa tematica sono stati invitati il professor Isaia Sales, storico di mafia;  Giuseppe Lombardo, Sostituto Procuratore della DDA di Reggio Calabria; Alessia Candito, giornalista di Repubblica; Fabio Repici, avvocato difensore della famiglia di Bruno ...


La mafia non è più quella di una volta (ma resta quella di sempre): il video

Il 22 febbraio 2017 si è svolto a Montecitorio  il convegno ‘La mafia non è più quella di una volta (ma resta quella di sempre)’, una riflessione, a 25 anni dalle stragi di Palermo, su come sia cambiato il fenomeno mafioso e sull'adeguatezza dell'attuale quadro normativo, dal 416 bis alla legge Anselmi. L'incontro è stato moderato e organizzato dall'onorevole Davide Mattiello, fondatore della Fondazione Benvenuti in Italia, in collaborazione con la nostra Fondazione. Alla discussione sono intervenuti il professor Isaia Sales, storico di mafia, il procuratore Giuseppe Lombardo, titolare delle maggiori inchieste in corso a Reggio Calabria contro la 'ndrangheta, la giornalista ...


Verso il 22 febbraio a Roma

  La storia della mafia e delle associazioni segrete in Italia arriva da lontano: l'82 e il '92 furono, rispettivamente, due momenti chiave della storia italiana. Le vicende della cosiddetta P2 segnarono infatti un primo importante momento per la presa di coscienza della presenza di organizzazioni che chiedevano una fedeltà, giurata, in contrasto con l'esercizio della funzione pubblica.  Nel '92, poi, la mafia attaccò frontalmente lo Stato: le stragi di Palermo restituirono all'Italia un'immagine della mafia destinata a durare, ma non per sempre. A 25 anni di distanza, cosa possiamo dire dell'evolversi del fenomeno mafioso? Nonostante i tanti passi avanti nel contrasto a questo ...


La mafia non è più quella di una volta: il convegno

  "Ho organizzato per il 22 Febbraio 2017 un seminario alla Camera dei Deputati (Sala Aldo Moro, dalle 10 alle 13) e mi farebbe piacere che tu partecipassi. A venticinque anni dalle stragi di Palermo abbiamo il dovere di chiederci come sia cambiato il fenomeno mafioso e quanto siano efficaci gli strumenti che abbiamo a disposizione, consapevoli che in questi 30 anni sono stati conseguiti risultati eccezionali, che hanno consentito al nostro Paese di debellare quasi completamente la Cosa Nostra dei corleonesi e di assestare colpi duri alle altre organizzazioni mafiose. Abbiamo bisogno in particolare di riconoscere e colpire “la forza intimidatrice del ...


Petizione per Riccardo Orioles

  Convidiamo con voi una petizione lanciata su change.org riguardante il giornalista Riccardo Orioles, 67 anni, fondatore de “I Siciliani” insieme a Pippo Fava – ucciso dalla mafia il 5 gennaio 1984. Riccardo Orioles oggi vive a Milazzo con una misera pensione di vecchiaia, che non gli consente di continuare le cure per le sue patologie e i problemi di salute. La sua carriera – vissuta da scrittore e giornalista con la “schiena dritta”, come si suol dire – purtroppo non gli ha riconosciuto una pensione degna di questo nome: Riccardo ha ottenuto contributi pensionistici solo per quattro anni di lavoro. "La verità è che la libertà ha un prezzo" si ...


Di ‘ndrangheta a Torino

  Davide Mattiello: Caro Roberto, può anche darsi che, come dici tu, la 'ndrangheta consideri Torino come propria terra di conquista: ma si sbaglia! Torino non ha rimosso la memoria di Bruno Caccia, ucciso dalla 'ndrangheta il 26 Giugno del 1983, dedicandogli il nuovo Tribunale, ma soprattutto non smettendo di indagare accanitamente la realtà, tanto è vero che nel Dicembre 2015 è stato arrestato a Torino, con una brillante operazione della Squadra Mobile, Schirripa presunto autore materiale del delitto e il 7 di Luglio a Milano si aprirà il processo. La cascina dei Belfiore, Domenico è l'unico condannato come mandante dell'omicidio, è ...