6 September 2021

Queste facce le conosciamo

Di questi tempi c’è una scelta che può rappresentare un vero e proprio atto di coraggio e di generosità: candidarsi alle elezioni.

Il “può” è doveroso perché sconta la condotta di chi si candida perseguendo soltanto tornaconti egoistici, che sconfinano nell’illecito, o di chi si candida senza avere competenze, soltanto per vanità.

Ma per chi invece sceglie di candidarsi in spirito di servizio, mettendo a disposizione saperi ed energie, allora non è retorico parlare di un atto di coraggio e di generosità, perché niente è maggiormente attaccato oggi della democrazia intesa come partecipazione collettiva alla gestione della cosa pubblica, cioè del comune destino. Verso la democrazia è montante la diffidenza, mentre in chi la pratica spesso è crescente la frustrazione: la democrazia come forma di autonomia sembra sempre meno all’altezza delle sfide globali, delle paure serpeggianti, della tempestività richiesta a certe decisioni. La democrazia insomma è sempre più svuotata di valore e con essa, fatalmente, inaridisce la Repubblica. 

Abbiamo fondato il nostro movimento nel 1999, l’anno di Seattle, decidendo che avremmo fatto del nostro meglio per seminare spirito civico, conoscenza della Costituzione, coscienza anti fascista ed anti mafiosa, capacità di organizzarsi, disponibilità ad assumere responsabilità politiche attraverso la pratica della democrazia.

Da allora sono passati più di vent’anni e poche cose danno la misura della crisi delle nostre democrazie come il tragico bilancio di vent’anni di guerra in Afghanistan e l’altrettanto tragica “gestione” dei flussi di umanità migrante, in fuga dal terrore e da un clima sempre più invivibile. 

In questo scenario è di conforto constatare che una nutrita rappresentanza di persone con le quali abbiamo in vario modo collaborato in questi anni, sia candidata alle prossime elezioni amministrative.

Abdullahi Ahmed, che insieme alla sua Associazione “Generazione Ponte” è da anni nostro partner nei progetti di cooperazione Euro-Mediterranea e di inclusione sociale. Candidato alle elezioni per il rinnovo del Consiglio comunale di Torino con il Partito Democratico, per Stefano Lo Russo sindaco.

Elio Benvenuti, che da componente di un GEC di ACMOS è stato per anni indimenticabile protagonista di ogni nostra iniziativa. Candidato come consigliere della Circoscrizione 7 di Torino con il Partito Democratico.

Valentina Ciappina, che a partire dall’impegno in ACMOS ha sviluppato una solida competenza criminologica, declinata brillantemente nella importante esperienza del Torino Crime Festival. Candidata come consigliera della Circoscrizione 6 di Torino con il Partito Democratico.

Mauro Esposito, che abbiamo conosciuto e sostenuto durante la difficile esperienza del processo “San Michele” contro la ‘ndrangheta, nel quale è stato fondamentale testimone d’accusa. Candidato alle elezioni per il rinnovo del Consiglio comunale di Torino con il Partito Democratico, per Stefano Lo Russo sindaco.

Luca Galuppini, che da consigliere del direttivo di Ser Mais e membro di BIT Novara ha lavorato principalmente sul tema della sicurezza scolastica. Candidato alle elezioni per il rinnovo del Consiglio comunale di Trecate (NO) con la lista Trecate domani, per Marco Uboldi sindaco.

Anna Mastromarino, che fa parte del Comitato scientifico della Fondazione Benvenuti in Italia ed è stata tra le ispiratrici del progetto “La Repubblica d’Europa”. Candidata alle elezioni per il rinnovo del Consiglio comunale di Torino con il Partito Democratico, per Stefano Lo Russo sindaco.

Alice Ravinale, che da componente di un GEC di ACMOS contribuì all’avvio ed allo sviluppo dei nostri progetti europei, che da allora legano storia, memoria ed impegno. Candidata alle elezioni per il rinnovo del Consiglio comunale di Torino con Sinistra Ecologista, per Stefano Lo Russo sindaco.

Andrea Sacco, che è stato presidente di ACMOS e che dal 2015 è responsabile dei progetti di accoglienza della Coop. Nanà – Candidato alle elezioni per il rinnovo del Consiglio comunale di Torino con il Partito Democratico, per Stefano Lo Russo sindaco.

Carlotta Salerno, che ha per anni costituito il punto di riferimento in ACMOS per il teatro di impegno civile e che è stata tra le fondatrici della mitica Comunità “Isotta 4X4”. Candidata alle elezioni per il rinnovo del Consiglio comunale di Torino con il partito dei Moderati, per Stefano Lo Russo sindaco.

Cinzia Spilinga, che insieme a Domenico Rossi è stata tra le fondatrici della Associazione Ser Mais, esperienza sorella di ACMOS e che da anni anima il “ramo” novarese della nostra Fondazione. Candidata alle elezioni per il rinnovo del Consiglio comunale di Novara con il Partito Democratico, per Nicola Fonzo sindaco.

Oltre ai legami col nostro movimento, i candidati e le candidate torinesi hanno in comune un’altra cosa, non casuale: stanno tutti dalla stessa parte, quella che sostiene la candidatura a sindaco di Stefano Lo Russo. E pure questo è per noi motivo di conforto.

A loro facciamo i nostri migliori auguri di successo, che vengano o meno eletti, perché l’impegno politico è fatto di fasi e di ruoli diversificati, legati dalla resilienza militante.

Forza! Torino e Novara meritano tutta la vostra passione.