23 September 2021

Bilancio di Missione 2020 2021

Sfoglia il nostro Bilancio di Missione 2020 2021 (clicca qui) che racconta un anno ricco di azioni, iniziative e progetti che abbiamo portato avanti, nonostante la pandemia. È così che abbiamo scelto di servire la nostra Repubblica.

Continueremo a impegnarci sui temi che animano l’intero nostro movimento, come sempre insieme. Perchè siamo una comunità di destino composta da persone che si sono scelte. Perché l’unione fa la forza!

La lettera di Davide Mattiello che apre il Bilancio di Missione 2021:

Cosa ha fatto la Fondazione Benvenuti in Italia nell’anno passato?

Ha continuato a generare cultura democratica attraverso le classi tematiche ed il comitato scientifico: quella Blu, dedicata all’economia circolare ed alla crisi climatica che è anche crisi sociale, ha dato vita a Blu Bit ed in essa si è risolta (se il pensiero non produce azione a che serve?); quella Verde dedicata a scuola ed educazione, ha continuato la riflessione sulla “scuola aperta”, tenendo d’occhio il Fondo Vito Scafidi e la Campagna rinnovata “8X1000 Mandalo a scuola!” (dato che dopo 11 anni di lavoro finalmente per la prima volta il contribuente italiano ha potuto esprimere in dichiarazione dei redditi compiutamente la propria scelta a favore dell’edilizia scolastica); quella Arancione, dedicata alla politica, che facendo della pandemia virtù, ha rilanciato la formula di Scuola di Politica “Renata Fonte”, organizzando un format digitale niente male! Il Comitato Scientifico ha presidiato, tra mille avversità, la questione nevralgica della superdiversità che ha nel fine-vita una sua manifestazione essenziale, per questo è stato importante aver creato la versione digitale dello sportello “Oltre” in pieno lockdown. Inoltre grazie al Comitato Scientifico, corroborato dalla nuova figura del “segretario politico”, siamo stati in grado di far ripartire le pubblicazioni della Fondazione, producendo il Quaderno N. 15 “Hate speech”, dedicato alla comprensione ed al contrasto dei discorsi d’odio on line.

La Fondazione ha poi continuato a fare politica, alimentando il fuoco della Campagna internazionale OnEurope sotto la cenere pandemica che ha soffocato la possibilità di muoversi, sostenendo convintamente la Campagna internazionale NoProfitOnPandemic, che chiede di sospendere i brevetti sui vaccini anti-COVID, promuovendo le candidature elettorali di persone per bene, nostre compagne di strada, animando il dibattito torinese in vista delle ormai imminenti comunali.

Ha dato seguito alla scelta strategica maturata nell’estate del 2020 di soddisfare il proprio fabbisogno di denaro sempre meno attraverso la progettazione sociale e sempre di più attraverso ricavi da attività imprenditoriale e da raccolta di donazioni liberali: in questo senso vanno lette ed apprezzate la scelta di fondare l’azienda agricola Blu Bit, la scelta di aumentare il nostro investimento in HOMERS e H4All e la scelta di creare il nostro primo tesseramento. Ha continuato a fare da “cardine” del nostro sistema complesso, garantendo con brillante professionalità le funzioni trasversali della amministrazione, della progettazione sociale e della comunicazione.

Questo è quel che ha fatto (e tanto altro ancora, ma lo scoprirete sfogliando il Bilancio di Missione), ma cosa è la Fondazione Benvenuti in Italia? È un consorzio umano, un sodalizio, una comunità di destino composta da persone che si sono scelte e che hanno scelto di servire la Repubblica. Chiunque, se animato da buona volontà, può mettersi a servizio della Repubblica, noi abbiamo scelto di farlo coltivando prima di tutto il nostro legame, perché l’unione fa la forza e di forza non se ne ha mai abbastanza per stare dentro il conflitto del potere, senza risultare (troppo) velleitari.

Davide Mattiello

Presidente della Fondazione Benvenuti in Italia