6 luglio 2011

Appello per la Freedom Flottilla

Alla cortese attenzione di

Ambasciata di Grecia presso lo Stato Italiano

Consolato Generale Onorario di Torino

Ministero degli Affari Esteri della Repubblica Italiana

Le imbarcazioni della Freedom Flottilla 2, battenti bandiera di diversi paesi, tra cui l’Italia con la nave “Stefano Chiarini”, sono costrette dalla Marina Greca a rimanere attraccate al porto di Atene senza reali giustificazioni.

Le navi non trasportano nè armi nè altro materiale illegale o pericoloso: in totale, oltre agli effetti personali dell’equipaggio, sono stoccate in stiva circa 3 tonnellate di aiuti umanitari. È necessario che questi materiali arrivino urgentemente a destinazione per essere consegnati alla popolazione civile della Striscia di Gaza.

Con questo gesto coercitivo e arbitrario il governo greco, oltre a violare le più elementari norme sulla navigazione, crea un pericoloso precedente nei traffici marittimi che solcano il mar Mediterraneo, mostra compiacenza e complicità verso le politiche di occupazione israeliana nei Territori Palestinesi, tradisce la propria storia di democrazia e libertà.

Affermare il diritto all’autodeterminazione dei popoli, esprimere la solidarietà internazionale, consegnare aiuti umanitari sono gli scopi ultimi e trasparenti dell’iniziativa pacifista. Per raggiungere questi obiettivi legittimi la Freedom Flottilla ha dichiarato di voler rompere in modo nonviolento l’embargo unilaterale che la Marina Israeliana impone al milione e mezzo di civili che abitano la Striscia di Gaza.

Acmos, Benvenuti in Italia e Salvagente chiedono al Ministero degli Affari Esteri italiano un attivo interesse per porre fine al silenzio del governo e sbloccare la situazione che vede di fatto sequestrata l’imbarcazione italiana ed il suo equipaggio.

Acmos, Benvenuti in Italia e Salvagente si uniscono alla richiesta dei movimenti sociali di tutto il mondo per esigere dalle autorità greche l’immediato via libera alle imbarcazioni della Freedom Flottilla per raggiungere il mare aperto.