9 gennaio 2012

Veglia per il referendum: Benvenuti in Italia aderisce all’iniziativa

 

 

VEGLIA PER LA DEMOCRAZIA E PER IL REFERENDUM

 

Alla luce delle indiscrezioni giornalistiche cui non vogliamo dar credito, affidandoci al giudizio della Corte nella sua autonomia,il “Comitato Referendario Piemontese” organizza per martedì 10 gennaio alle ore 20 di fronte alla Prefettura in Piazza Castello una veglia per la democrazia e per il referendum. Torino la seconda città d’Italia per il numero di firme raccolte vuole rappresentare a tutti quanto è importante oggi poter votare per un referendum che sancirebbe il vulnus di democrazia e partecipazione voluto dalla ” legge porcata” di Calderoli e soci.

 

Chiediamo a tutte le associazioni, i movimenti, i partiti e le persone che con entusiasmo ci hanno aiutato nello sforzo di agosto e settembre di essere con noi senza simboli, ma con una candela accesa e con un drappo scuro. Il drappo scuro è l’esatto contrario della bandiera bianca: noi non ci arrendiamo, noi non ci fermiamo. La candela rappresenta la nostra speranza di vivere in un Paese dove i suoi cittadini abbiano la possibilità di vedere riconosciuto il loro diritto di partecipare democraticamente ad una consultazione referendaria per cui oltre 1 milione e duecentomila persone hanno firmato in un solo mese e mezzo.

 

Si alterneranno a parlare le donne e gli uomini che si sono battuti e che continueranno a battersi per il ritorno ad un sistema elettorale pienamente democratico.

 Hanno già aderito alla veglia per la democrazia e per il referendum:

 

 

 

 

 


 

–         Fondazione Benvenuti in Italia

 

         I Corsari di Torino

 

 

 

         Il Popolo Viola

         LibertàEguale

 

         Alleanza dei Democratici

         Associazione Radicale Adelaide Aglietta

         LED (Laicità Etica Democrazia)

         Libertà e Giustizia di Torino

         Progetto Democratico

 

         InMovimento

–        Terra del Fuoco