Facciamo 31!

Ecco il video della Conferenza Stampa, organizzata oggi da Benvenuti in Italia, Libertà e Giustizia e Coordinamento CUT, per chiedere le dimissioni di 31 consiglieri regionali, atto che permetterebbe la caduta del Governo Cota e nuove elezioni regionali


#cotadimettiti

  Soldi pubblici spesi per interessi privati. E' questo l'ultimo scandalo che coinvolge la Regione Piemonte. Quattro consiglieri, tutti appartenenti ai gruppi composti da un solo rappresentante, sono sono stati raggiunti da un avviso di garanzia, alcuni giorni fa. Per tutti l'accusa è di peculato per aver chiesto rimborsi spese per attività non collegate all'attività istituzionale dei consiglieri. Due rappresentanti della maggioranza e due dell'opposizione sono finiti sotto la lente degli inquirenti, con posizioni diverse, considerando l'ammontare delle spese. Conquistano le prime pagine dei giornali nomi noti della maggioranza Cota come Maurizio Lupi, dei Verdi Verdi e Michele Giovine, del Partito dei ...


L’Italia dei CIE

  di Cupelli Camilla pubblicato su Acmos.net Diciottomilacinquantotto. Questo è il numero delle persone morte nel tentativo di raggiungere clandestinamente l'Europa. Un numero impressionante riferito al periodo che va dal 1988 ad oggi. Dati che ne dipingono la tragedia che  solo il 2011 ha fatto registrare 2000 vittime.   Migliaia e migliaia di migranti tentano ogni anno di espugnare la fortezza d’Europa, alla ricerca di una prospettiva migliore, rischiando la vita. In Italia solo nell’ultimo anno si calcola siano circa 60.000 gli stranieri che sono sbarcati sui nostri lidi. Nel nostro Paese gli stranieri sprovvisti di permesso di soggiorno vengono messi nei CIE, Centri di Identificazione ed Espulsione (ex ...


Edisu: continuano le proteste

di Camilla Cupelli pubblicato su Acmos.net “L’anno prossimo, se la situazione non cambia, dovrò tornare a casa - dice una studentessa che frequenta un corso di laurea magistrale - ho potuto studiare qui negli anni passati grazie alle borse di studio dell’Edisu: ma ora i soldi non ci sono più. Quest’anno riesco a terminarlo, ma l’anno prossimo chissà...”. E’ soltanto una delle molte voci disperate che si levano in questi giorni dagli studenti fuori sede dell’Ateneo torinese: in seguito ai tagli per l’istruzione, l’Ente per il Diritto allo Studio del Piemonte si è visto decurtare i bilanci annuali senza pietà da parte della Regione, e la situazione ...


Processo Giovine: a un passo dalla sentenza


Cota: Grazie, basta così!

La Fondazione Benvenuti in Italia ha manifestato, oggi 21 giugno 2011, davanti al palazzo del Consiglio Regionale del Piemonte per chiedere le dimissioni della giunta Cota, la cui elezione è stata viziata dalla vicende delle firme false in calce alla lista del consigliere Michele Giovine e travolta recentemente dagli scandali in tema di sanità e da collusioni con la criminalità organizzata.


DIMISSIONI DI COTA: manifestazione di Benvenuti in Italia. Parteciperanno PD, IDV, Giovani democratici, Sel, Federazione sinistra, Civica, Libertà e Giustizia

Martedì 21 giugno dalle ore 11, in Via Alfieri 15 a Torino, la Fondazione Benvenuti in Italia, organizza una grande manifestazione di fronte al Consiglio Regionale del Piemonte per chiedere le dimissioni della giunta Cota. Questa la dichiarazione di Davide Mattiello, Presidente della Fondazione: "Grazie, basta così! Quando una Istituzione di Governo del territorio perde di credibilità verso i cittadini, perchè frutto di frodi elettorali, perchè incapace di risolvere i problemi emergenti, perchè colpita da inchieste giudiziarie, i politici che la rappresentano devono fare una cosa sola: dimettersi. Permettendo al popolo ...


Giovine, tangenti e pannoloni: COTA DIMISSIONI! Il video!


Giovine, firme false e malaffare: facciamo qualcosa?


Giovine, slitta la sentenza La difesa chiede l’assoluzione

Slitta ancora la sentenza, prevista tra ieri e oggi, sulle firme false che sarebbero state raccolte per la lista Pensionati per Cota alle ultime elezioni regionali del Piemonte. Imputati il consigliere regionale Michele Giovine e suo padre Carlo. Al termine della seduta di stamani il dibattimento è stato rinviato al prossimo 21 giugno e non è detto che la sentenza possa essere pronunciata in quella data. Oggi hanno parlato i difensori, poi nuovamente l’accusa e le parti civili per le controrepliche. Secondo l’avvocato Cesare Zaccone, legale di Michele Giovine, «il caso delle false firme ...