22 novembre: tutte le attività a Torino

  Il 22 novembre è la Giornata Nazionale per la Sicurezza Scolastica. A Torino svolgeremo diverse attività nel segno della memoria e dell’impegno, attraverso lo slogan “Seminiamo sicurezza. Un fiore per Vito”. L’appuntamento è alle 9.30 in piazza Castello di fronte alla Prefettura, per un corteo che si snoderà lungo via Po verso l’Istituto Avogadro. Ricorderemo tutte le vittime dei crolli legati all’edilizia scolastica, portando in corteo i nomi di tutte le vittime. Concluderemo il nostro percorso in via Rossini, dove si svolgerà un momento commemorativo e verrà distribuito il “kit seminabile”. Si svolgerà anche una smart mob che coinvolgerà tutti i partecipanti ...


Per Trapani

                                             TRAPANI DICE NO     Falcone ebbe a dire qualche tempo prima di morire: “La mafia non è affatto invincibile. È un fatto umano e come tutti i fatti umani ha un inizio, e avrà anche una fine. Piuttosto bisogna rendersi conto che è un fenomeno terribilmente serio e molto grave e che si può vincere non pretendendo eroismo da inermi cittadini, ma impegnando in questa battaglia tutte le forze migliori delle istituzioni”. In qualità di cittadini, facenti parte di associazioni e movimenti, ...


#CotaRimborsaci

  Il video della manifestazione studentesca di ieri: tanti giovani si sono riuniti in Piazza Arbarello per manifestare e protestare contro i tagli di questa giunta Regionale guidata da Roberto Cota.Da subito Benvenuti in Italia ha chiesto con forza le dimissione di un governatore che ha vinto le elezioni grazie a una truffa, le firme false di Michele Giovine.I tagli orizzontali all'istruzione, l'assurdo criterio di assegnazione delle borse di studio, la mortificazione della nostra università e della scuola in generale non fanno che farci dire, ancora una volta e al massimo volume: #COTADIMETTITIBenvenuti in Italia si dissocia con forza dai comportamenti ...


Torino è aperta

Torino è aperta.  Siamo cittadini e cittadine, migranti, precarie e precari, persone che si sono impegnate negli anni nella lotta alla mafia, nella difesa dell’ambiente e dei beni comuni, che lottano nelle scuole e nelle università, nei luoghi di lavoro, che rivendicano i diritti di tutte e di tutti, riconoscendoci in quei  valori antifascisti, che hanno portato la nostra città ad essere medaglia d'oro della resistenza. Oggi viviamo in una città ed una regione devastate dalla crisi economica e sociale e ne sopportiamo quotidianamente le conseguenze: la precarietà, la disoccupazione, i tagli al welfare. Sabato 14 saremo in piazza Arbarello con gli studenti ...


Noi tutti migranti

  Un fiore gettato nelle acque del Po per ricordare le tante vittime della migrazione. I giovani di Acmos e Benvenuti in Italia insieme all’Arci hanno scelto questo semplice gesto in risposta alla manifestazione nazionale della Lega Nord di sabato pomeriggio. Hanno marciato da piazza Cln fino ai Murazzi facendo parlare i migranti  e ribadendo il loro no alla politica della paura dal sapore razzista: “Le nostre città non possono ridursi a cittadelle assediate con ponti levatoi e olio bollente - ha spiegato il presidente dellaFondazione Benvenuti in Italia e deputato PD Davide Mattiello – Vogliamo una politica capace di fare pace con tutti i sud del mondo, anche ...


Siamo tutti migranti

    In questo Mondo siamo tutti di passaggio. Migrare, per fuggire, migrare per cercare qualcosa di meglio, è da sempre, è di tutti, è tutelato dalle Carte costituzionali fondamentali nazionali e internazionali. Vogliamo una politica capace di definire diritti e doveri a partire da questo principio. Non vogliamo la politica della paura e delle scorciatoie: le nostre città, l'Italia, l'Europa non possono ridursi a cittadelle assediate, con ponti levatoi e olio bollente. Vogliamo un'Europa capace di fare pace con i tanti sud del Mondo, anche quelli che abbiamo in casa. La pace vuol dire equilibrio nell'accesso alle risorse scarse, tutela dei ...


Adro news!

Era il 4 Dicembre del 2010, la Fondazione Benvenuti in Italia era nata da poco ma aveva già le idee molto chiare sul concetto di unità nazionale. Andammo in delegazione ad Adro, la cittadina la cui scuola fu tappezzata dall'amministrazione comunale con il sole delle alpi, simbolo della Lega Nord. In un clima da 'stranieri in città' degno di un film di Tarantino, la nostra delegazione composta da Elio Benvenuti, Diego Sarno, Isabella Spezzano e Pierluigi Ubezio si unì alla marcia di protesta che chiedeva l'immediata rimozione della simbologia leghista da quella scuola pubblica. Oggi, tre anni dopo, la Corte dei Conti dà ...


2 giugno con L&G

“Non è cosa vostra” La manifestazione del 2 giugno a Bolognacon Zagrebelsky, Rodotà e Settis anche Roberto Saviano http://www.libertaegiustizia.it/non-e-cosa-vostra/http://www.libertaegiustizia.it/2013/05/18/non-e-cosa-vostra/ Sono già più di 40 le associazioni di cittadini che si raccolgono attorno alla difesa dei diritti e delle istituzioni repubblicane previste dalla Costituzione che hanno aderito al manifesto “Non è cosa vostra” e che saranno presenti con le loro bandiere alla manifestazione del 2 giugno a Bologna(piazza Santo Stefano dalle ore 13.30). La mobilitazione si articola attorno all'appello (leggi l'appello sul sitohttp://www.libertaegiustizia.it/2013/05/18/non-e-cosa-vostra/) scritto da Gustavo Zagrebelsky che aprirà la manifestazione insieme a StefanoRodotà, Salvatore Settis, Roberto Saviano e Nando dalla Chiesa. Obiettivo principale dell'incontro è costruire un movimento di cittadini e associazioni che risulterà essenziale anche ...


Con L&G a Brescia

Il video della manifestazione organizzata da Libertà e Giustizia a Brescia: Benvenuti in Italia era presente con il suo Presidente, Davide Mattiello. C'è chi manifesta contro i giudici, e c'è chi difende lo stato di diritto. Noi siamo con Libertà e Giustizia al fianco della magistratura, per una terza Repubblica che si fondi sul principio di legalità


Piazza Vs Cota

Di Giulia D'OttavioGrande manifestazione ieri a Torino, promossa unitariamente da Cgil, Cisl e Uil Piemonte contro i tagli della giunta Cota, hanno aderito anche la Fiom, il Partito Democratico piemontese e la fondazione Benvenuti in Italia.La ragione che ha spinto i lavoratori in piazza è stata la politica di tagli che la giunta regionale ha effettuato su trasporti, sanità e sul settore socio assistenziale. Il corteo, partito da Porta Susa, si è fermato in Piazza Castello dove era stato allestito un palco  sul quale si sono alternati vari esponenti dei sindacati e dal quale è stato indetto un minuto di silenzio ...