Contrastare il caporalato

Benvenuti in Italia organizza un Convegno che si terrà presso la Sala Aldo Moro di Palazzo Montecitorio il 18 novembre dalle h.10.00 alle h.13.00, dal titolo “Contrastare il caporalato: tra prevenzione e repressione”. Lo sfruttamento bracciantile nelle nostre campagne è fenomeno diffuso,doloroso e preoccupante, che spesso risulta essere la classica “punta dell’iceberg”: il così detto caporalato infatti, rimanda di frequente alla tratta di esseri umani, alla riduzione in schiavitù, allo sfruttamento sessuale, rimanda ad un rapporto perverso con certo sistema produttivo italiano, fatto di imprenditori che hanno normalizzato il ricorso a queste braccia oppresse, in ragione dell’abbattimento dei costi che questo ricorso permette.   Con ...


Proposta di Legge sulle cave in Piemonte

  Oggi, 22 ottobre 2015, è stata presentata in via Arsenale a Torino la proposta di legge che si propone di regolamentare le estrazioni nella Regione Piemonte. Primo firmatario Domenico Rossi, Consigliere Regionale PD e membro di Benvenuti in Italia, seguito da Marco Grimaldi, Consigliere Regionale SEL. La proposta prevede di unificare normative presenti e disarticolate per chiarificare la materia attraverso alcuni dispositivi precisi. Raccogliendo le istanze di legalità di Libera e quelle di sostenibilità promosse da Legambiente, la proposta di legge ha l'ambizione di regolamentare una volta per tutte la materia nella nostra Regione. Ce ne parla Domenico Rossi in questo video:       https://www.youtube.com/watch?v=jEN4rRmw5Go&feature=youtu.be   ...


Protocollo firmato!

  Un protocollo di legalità, per controllare la filiera delle arance utlizzate allo storico Carnevale di Ivrea. Un percorso lungo 2 anni, concluso oggi con la firma di un protocollo tra Prefettura, Città di Ivrea, Benvenuti in Italia, Libera Piemonte, la Fondazione Storico Carnevale di Ivrea. L'obiettivo è quello di evitare che le arance utilizzate provengano da aziende poco cristalline, che utilizzano lavoratori in nero e si affrofittano del fenomeno del caporalato. Un modo per far vincere la legalità, il lavoro vero, per colpire le mafie.


Protocollo Arance Frigie

Dopo due anni e mezzo di lavoro fatti di studio, incontri, condivisione, siamo riusciti nell’intento di mettere in campo uno strumento efficace a garanzia della legalità e contro lo sfruttamento dei lavoratori e delle lavoratrici. Abbiamo predisposto un protocollo di legalità, che abbiamo titolato “Arance frigie”, coinvolgendo il Comune di Ivrea, la Prefettura di Torino, la Fondazione Storico Carnevale di Ivrea, le Associazioni degli Aranceri, l’Associazione Libera Piemonte, la Fondazione Benvenuti in Italia, al fine di rendere trasparenti e verificabili i dati salienti relativi alla produzione e al trasporto delle arance utilizzate nella battaglia del Carnevale. Il protocollo verrà firmato alle 11,30 ...


Rossi in Aula!

  Dopo l'insediamento del Consiglio Regionale e dell'Ufficio di Presidenza, Sergio Chiamparino illustra le linee guida della sua giunta regionale. Abbiamo chiesto a Domenico Rossi, neoconsigliere regionale, di illustrarci i punti fondamentali del suo primo intervento in Aula.      


Ars legalitatis

  L’Arte contemporanea al servizio della legalità e della solidarietà, ovvero un consistente nucleo di opere d’arte, tra dipinti, litografie, incisioni e sculture di Domenico Purificato, Giulio Turcato, Piero Gilardi, Sergio Scanu ed altri artisti, che vanno a costituire il fondo di dotazione dell’associazione Benvenuti in Italia.   Nata a Torino nel 2010 per iniziativa di Davide Mattiello (in seguito parlamentare indipendente nelle fila del Partito Democratico), più che una Fondazione stricto sensu essa rappresenta un organismo ‘di partecipazione’, una nuova espressione di ‘rappresentanza politica’ che, su ispirazione degli american advocacy groups, si fa promotrice dei principi di democrazia, legittimità e cittadinanza attiva. ...


Agenda MoLti!

  La discussione sull'Agenda MoLti è partita!Ieri sera ci siamo ritrovati alla Fabbrica delle E per parlare di Legalità con Anna Rossomando che ha reagito alle proposte di Paolo Volpato (per Libertà e Giustizia), Diego Sarno (per Avviso Pubblico) e Maria Josè Fava (per Libera Piemonte). I nostri 'studenti' hanno partecipato numerosi alla discussione ponendo domande e contribuendo così alla costruzione dell'Agenda definitiva, che verrà presentata il 4 marzo.Appuntamento a lunedì prossimo per parlare di scuola, sempre con la possibilità di seguire i lavori in diretta streaming!


Signori Rossi!

Come siete giunti a occuparvi di comunicazione sociale e politica? Siamo sempre stati vicini all'idea di una comunicazione con fini sociali e "politici" (nel senso più elevato del termine). E siamo anche convinti che, in un paese in cui la maggioranza del Parlamento per anni ha riconosciuto come leader un magnate della comunicazione, ogni attività comunicativa ha necessariamente risvolti sociali e politici. E ciò secondo noi vale sia per gli individui, sul piano interpersonale, sia per i gruppi e le organizzazioni, sotto il profilo pubblico e mediatico. Come individui abbiamo entrambi una personalità "comunicativa", ma in particolare abbiamo una cosa che definiamo ...


LasciateCIEntrare

di Cupelli Camilla   Il primo aprile dello scorso anno una circolare del Ministro Maroni aveva segnalato la chiusura dei CIE e dei CARA ai giornalisti: considerati “d’impedimento” per lo svolgimento delle attività di supporto ai migranti svolte all’interno dei Centri, ai cittadini è stato così vietato completamente l’ingresso. Niente più foto, niente più video, niente più interviste. Da allora sono state promosse diverse iniziative, la prima il 25 luglio dello scorso anno, per chiedere la revoca della decisione: “LasciateCIEntrare” è il nome della campagna che venne lanciata al fine di riappropriarsi della possibilità di narrare gli avvenimenti interni a CIE e ...


L’Italia dei CIE

  di Cupelli Camilla pubblicato su Acmos.net Diciottomilacinquantotto. Questo è il numero delle persone morte nel tentativo di raggiungere clandestinamente l'Europa. Un numero impressionante riferito al periodo che va dal 1988 ad oggi. Dati che ne dipingono la tragedia che  solo il 2011 ha fatto registrare 2000 vittime.   Migliaia e migliaia di migranti tentano ogni anno di espugnare la fortezza d’Europa, alla ricerca di una prospettiva migliore, rischiando la vita. In Italia solo nell’ultimo anno si calcola siano circa 60.000 gli stranieri che sono sbarcati sui nostri lidi. Nel nostro Paese gli stranieri sprovvisti di permesso di soggiorno vengono messi nei CIE, Centri di Identificazione ed Espulsione (ex ...