Cota assolto per le mutande, decaduto per le firme false

  Assolto perché il fatto non sussiste. Questa la formula con la quale la Corte Torinese ha ritenuto non responsabile Roberto Cota, ex presidente leghista della Regione Piemonte, dei reati a lui ascritti. La Giustizia ha quindi deciso che Cota, insieme ad altri 15 imputati, non ha truffato l’ente regionale. Il presidente leghista era stato rinviato a giudizio  e poi processato per lo scandalo dei rimborsi facili che aveva coinvolto i consiglieri regionali. Famose mediaticamente erano le “mutande verdi” ( poi essersi dimostrate dei pantaloncini comprati negli Stati Uniti), ma non c’erano solo quelle. La Procura imputava al presidente spese per un ...


La sentenza del CDS

  Sono state rese pubbliche le motivazioni della sentenza con la quale il Consiglio di Stato annulla le elezioni regionali del 2010 in Piemonte. CLICCATE QUI PER SCARICARLE


#cotadimesso…

E' finita, finalmente. Finita la Legislatura Cota, nata con l'imbroglio delle firme false, finita la farsa che ha visto per 4 anni il Piemonte governato illegittimamente. La parola torna agli elettori, con la speranza che la nostra Regione possa cambiare pagina e che le urne tornino ad essere quel momento che salda il patto tra cittadini ed eletti. Ne avvertiamo tutto l'urgenza e la necessità CLICCANDO QUI potrete scaricare l'Ordinanza del Consiglio di Stato.


Non solo mutande

Roberto Cota è alla guida della Regione Piemonte illegittimamente. E questo è un dato - non nostro, ma del TAR del Piemonte - in attesa che il Consiglio di Stato si pronunci sul ricorso presentato.Ma non è l'unico fatto che ha scolvolto il legame fiduciario tra elettori ed eletti, negli ultimi 4 anni di Governo regionale targato Lega nord - PDL. La lente della magistratura ha scandagliato a fondo nelle attività dell'Universo Cota trovando delle irregolarità, molte delle quali hanno fatto scatuire indagini, rinvii a giudizio, processi. I reati riscontrati sono quelli tipici della pubblica amministrazione: corruzione, peculato, finanziamento illecito ...


Elezioni annullate

  Sono passati 4 anni da quando abbiamo chiesto a Roberto Cota di dimettersi per le gravissime irregolarità che hanno viziato le elezioni regionali del Piemonte nel 2010: abbiamo scritto, abbiamo manifestato, abbiamo promosso ed organizzato dibattiti e serate di scuola di plitica, abbiamo coniato l'hashtag #cotadimettiti.Oggi, 10 gennaio, il TAR ha dato ragione a tutti coloro che credono nel principio di legalità: è finalmente certificato che le elezioni regionali in Piemonte sono state falsate dalla truffa di Michele Giovine e della sua lista, i Pensionati per Cota.Le elezioni sono state annullate.Quello che succederà da domani non lo sappiamo, ma abbiamo ...


Chi ha preso in giro i Piemontesi?

  È attesa per domani la sentenza del TAR Piemonte sulla regolarità del voto regionale del 2010. Una causa nata dal ricorso presentato da Mercedes Bresso, candidata governatore dal centrosinistra e sconfitta per poche migliaia di voti. Al tribunale la valutazione in merito ai voti raccolti dalla lista Pensionati, che vede il suo leader, l'ex consigliere regionale Michele Giovine, condannato in via definitiva per irregolarità nella presentazione della lista.Secondo i legali della Bresso il TAR deve tenere conto della sentenza penale che manifesta l'irregolarità della lista e che, di conseguenza, ha viziato il risultato delle urne.Di diverso avviso il punto di ...


4° quaderno!

  Benvenuti in Piemonte!   Lunedì 2 dicembre, nel corso di una partecipata serata della sua Scuola di Politica, BIT ha presentato il quarto Quaderno della Fondazione Benvenuti in Italia. Con questo numero, il quaderno ha assunto una veste speciale per un tema speciale. Questo tema è la Regione Piemonte, nostro territorio di nascita, ma anche laboratorio di analisi, azione e progettazione. Parafrasando un motto che amiamo molto, il famoso “we care”, possiamo dire che il Piemonte “ci sta a cuore”. Ci sta a cuore perché combattiamo da anni una battaglia, che ci ha visti isolati in più occasioni, per chiedere legalità e giustizia dopo ...


Storia di una truffa

      [View the story "#CotaDimettiti: storia di una truffa." on Storify]


Facciamo 31!

Ecco il video della Conferenza Stampa, organizzata oggi da Benvenuti in Italia, Libertà e Giustizia e Coordinamento CUT, per chiedere le dimissioni di 31 consiglieri regionali, atto che permetterebbe la caduta del Governo Cota e nuove elezioni regionali


Piazza Vs Cota

Di Giulia D'OttavioGrande manifestazione ieri a Torino, promossa unitariamente da Cgil, Cisl e Uil Piemonte contro i tagli della giunta Cota, hanno aderito anche la Fiom, il Partito Democratico piemontese e la fondazione Benvenuti in Italia.La ragione che ha spinto i lavoratori in piazza è stata la politica di tagli che la giunta regionale ha effettuato su trasporti, sanità e sul settore socio assistenziale. Il corteo, partito da Porta Susa, si è fermato in Piazza Castello dove era stato allestito un palco  sul quale si sono alternati vari esponenti dei sindacati e dal quale è stato indetto un minuto di silenzio ...