Da Donetsk a Torino: la conferenza Stampa

  Questa mattina a Torino, presso la sede dell’Associazione Radicale Adelaide Aglietta, si è svolta la conferenza stampa di presentazione dell’interrogazione parlamentare sull’apertura di un centro di rappresentanza della Repubblica Popolare di Donetsk. Un’iniziativa lanciata dalla società civile torinese e da alcuni parlamentari piemontesi del Partito Democratico. Guarda il video della conferenza stampa. https://youtu.be/-hi1PkWF_M0


#openEurope: il muro tra Serbia e Ungheria

  dal Meridiano d'Europa, Budapest, 9 maggio 2016   "Abbiamo raggiunto, con oltre 150 giovani provenienti da tutta Italia, l’Ungheria per ragionare di un’Europa capace di essere solidale ed accogliente. Oggi, festa dell’Europa, abbiamo raggiunto la barriera anti-migranti eretta dal Governo Ungherese lo scorso settembre, al confine con la Serbia. Abbiamo deciso di farlo con i giovani delle scuole italiane coinvolti nel progetto Meridiano d’Europa, convinti che l’Europa abbia bisogno di costruire ponti e non muri". #OpenEurope   https://www.youtube.com/watch?v=rmxufRLP5do&feature=youtu.be


Il Meridiano d’Europa è in viaggio: #openEurope

  Il Meridiano d’Europa è un progetto che vuole sviluppare la cittadinanza attiva dei giovani nelle scuole secondarie per facilitarne l’inclusione sociale in ottica Europea e per aiutarli a sentirsi parte dei valori di questo continente.   Il progetto educativo, proposto da Acmos e portato avanti dalla rete del WeCare, coinvolge 150 giovani, provenienti da tutta Italia in Ungheria, a Budapest, dal 7 all’11 maggio, per ragionare sui temi dell’immigrazione e dell’accoglienza. Alla base di questo progetto c’è la volontà di incoraggiare la partecipazione dei giovani alla costruzione di un’Europa democratica, solidale e inclusiva, contribuendo così, a livello più generale, a combattere ogni forma di intolleranza, e a promuovere ...


Profughi: la nostra ignavia da Evian a Bruxelles

  A Cura del Centro Studi di Acmos Alla recente visita del Papa a Lesbo e all’apertura dei corridoi umanitari promossa da varie associazioni fa da contraltare il fallimento del piano della Commissione europea per la ripartizione dei profughi. Il 16 marzo la Commissione aveva cercato di rilanciare il ricollocamento dei profughi, concordato a settembre, stabilendo l’obiettivo di 6.000 relocations al mese: ma alla metà di aprile i “ricollocati” sono stati 208! Se poi si ragiona partendo dal settembre 2015, quando ci si era posti l’obiettivo di trasferire 160.000 persone entro il settembre 2017, si vede che a tutt’oggi i trasferimenti effettivi sono stati 1.145 (530 dall’Italia ...


Superamento del bicameralismo

    "Alcune prime riflessioni sul progetto di superamento del bicameralismo paritario in approvazione alle Camere" è il titolo dell'articolo scritto da Anna Mastromarino, giurista parte del nostro Comitato Scientifico, per la rivista "Federalismi.it".   Ecco la prima parte dell'articolo: "Per qual che concerne le modifiche al Senato della Repubblica, sono quantomeno tre le prospettive attraverso cui è possibile guardare al testo del disegno di legge costituzionale recante Disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del CNEL e la revisione del Titolo V della parte II della Costituzione, che si ...


Diario Europeo #4

  A cura del Centro Studi di acmos.net Negli ultimi anni lo stato di salute della Ue è decisamente peggiorato perché è stata investita da una serie di eventi che non è stata in grado di fronteggiare con risolutezza, determinando così anche una crisi di fiducia nei suoi confronti da parte dei cittadini europei: si pensi alla crisi finanziaria greca, alle crisi internazionali (dall’Ucraina al teatro mediorientale), alle stesse elezioni europee del 2014 che hanno visto una scarsa affluenza accompagnata da una decisa crescita dei partiti antieuropeisti;  infine allo straordinario afflusso di profughi degli ultimi mesi che ha evidenziato tutte le divisioni ...


Brexit – Diario Europeo #2

  Pubblichiamo la seconda puntata della rubrica "Diario Europeo" (da acmos.net)   Il 18 e 19 febbraio si è riunito a Bruxelles il Consiglio europeo della Ue (il vertice dei capi di Stato e di governo dei paesi Ue) per affrontare due delicate questioni. La prima era rappresentata dalle concessioni richieste dal premier britannico Cameron alla Ue per convincere i cittadini inglesi a votare contro l’uscita del Regno Unito dalla Ue (in gergo Brexit, “British” o “Britain”+ “Exit”) nel referendum che si terrà presumibilmente il 23 di giugno. La seconda riguardava ancora una volta le decisioni  da prendere nei confronti dei flussi dei profughi.   Il Regno Unito si è assicurato ...


Diario Europeo

  Riportiamo l'articolo del Centro studi di Acmos, primo di una rubrica sul tema dell'Europa.   Nei primi giorni di febbraio, i due governatori delle Banche centrali di Germania e Francia, Francois Villeroy de Galhau e Jens Weidmann, hanno proposto, come già suggerito da Mario Draghi, la creazione d’un ministro del Tesoro unico per i paesi dell’Eurozona. Lo scopo sarebbe il superamento della asimmetria nel rapporto tra la politica monetaria unica e le politiche economiche di finanza pubblica nazionale; il ministro del Tesoro dell’eurozona sarebbe la risposta a quanti lamentano il fatto che la politica monetaria della Banca Centrale Europea manca di un governo unitario del bilancio e della ...


Il Meridiano d’Europa

    Il Meridiano d’Europa è un progetto che vuole sviluppare la cittadinanza attiva dei giovani nelle scuole secondarie per facilitarne l’inclusione sociale in ottica Europea e per aiutarli a sentirsi parte dei valori di questo continente. Raccontiamo l'esperienza, promossa dalla rete del We Care, alla quale Benvenuti in Italia aderisce.   "Il Meridiano d’Europa è prima di tutto un viaggio che viene costruito dalla partecipazione attiva al processo democratico, attraverso dei laboratori nelle scuole superiori d’Italia. I due poli di questo itinerario sono Lampedusa e Utoya, due piccole isole una all’estremo sud e l’altra nel profondo nord dell’Europa con un importante valore simbolico. Lampedusa è la porta dell’Europa contro la quale si ...


A piedi scalzi, la marcia di Torino

Nata per accendere i riflettori sul tema delle politiche migratorie che interessano il territorio Europeo, la Marcia degli uomini e delle donne scalze ha coinvolto migliaia di persone in tutta Italia. Lanciata a Venezia, ha coinvolto 71 città lungo tutto lo stivale, Per chiedere all'Europa di accogliere chi scappa dalle proprie terre, rischiando la vita, perché vittima della fame, della guerra, della persecuzione. Anche a Torino, città che non sarebbe nata e cresciuta senza le migrazioni, migliaia di cittadini scalzi  hanno attraversato il centro. Ecco le immagini della manifestazione. https://youtu.be/Xe7jVHQTpiE IL SERVIZIO DEL TGR PIEMONTE https://youtu.be/4eD3fLOzSk0