Memoranda 2018

Umanità e Tribù  “gli uomini son tutti uguali”  (Guccini) Come è potuto succedere che un’idea tanto bella quanto rivoluzionaria come l’uguaglianza sia diventata uno spettro? “Gli esseri umani nascono liberi ed uguali”: questa convinzione è al fondamento della nostra idea di patto sociale. Un’idea contraria ad ogni razzismo, ad ogni mafia, ad ogni clientelismo. Un’idea che si nutre della pari dignità di ogni essere umano, di nonviolenza, di speranza in un futuro di convivenza solidale. Come è potuto succedere? Abbiamo fatto del Mondo un “villaggio globale” con l’Eldorado di una occasione per ciascuno ed invece l’individuo si è ritrovato improvvisamente solo, ha sentito freddo e ha ...


Inside-Out, il viaggio del Meridiano d’Europa

https://youtu.be/__auuBeP9Fc Oggi, 27 gennaio, è il Giorno della Memoria in ricordo delle vittime dell'Olocausto, istituito per non dimenticare mai lo sterminio di massa di milioni di ebrei e di tutti i “diversi” messo in atto dal folle disegno nazista: un crimine contro l'umanità portato a termine nel nostro continente.   Come da 4 anni a questa parte, la rete We Care racconta il viaggio per costruire un'Europa migliore. “Inside - Out” è il titolo della nuova edizione del Meridiano d'Europa, che vuole sviluppare la cittadinanza attiva dei giovani nelle scuole secondarie per facilitarne l’inclusione sociale in ottica Europea e per aiutarli a sentirsi parte ...


Ventotene: passato e futuro d’Europa. Il video.

  https://www.youtube.com/watch?v=65bSJ2ElDS4 Lunedì 15 gennaio abbiamo aperto il secondo trimestre di Scuola di Politica 2017/2018 dialogando con Gerardo Santomauro, sindaco di Ventotene, Roberto Sommella, fondatore dell'associazione "La Nuova Europa" e Davide Mattiello, nostro eletto in Parlamento e membro delle commissioni Giustizia e Antimafia. Con loro abbiamo ragionato di Europa, di pace e di multiculturalità affinchè l'Unione Europea sia sempre di più un'opportunità  di incontro tra popoli per realizzare il sogno immaginato da Altiero Spinelli nel Manifesto di Ventotene.


#destinazioneuropa il secondo trimestre di Scuola di Politica

#destinazioneuropa è il titolo che abbiamo scelto anche per quest'anno di Scuola di Politica. L’Europa: un orizzonte ampio che ogni giorno rischia di stringersi, ma oggi più che mai l’Unione Europea ha il compito di non tradire il Manifesto di Ventotene e di rispondere alle nuove sfide che la vedono protagonista. Da anni scommettiamo sugli Stati Uniti d'Europa anche attraverso il progetto del Meridiano d'Europa e discutiamo di politiche di accoglienza per la costruzione di un una cultura europea della pace e della multiculturalità. Così apriamo il secondo trimestre di Scuola di Politica andando là dove l'Europa è stata sognata e progettata da Altiero Spinelli. Sarà ...


Il Meridiano a Calais: il video

Migliaia di persone hanno vissuto, in condizioni di fortuna, in un luogo chiamato "jungle", a Calais. Il più grande campo profughi dell'Europa, smantellato a ottobre del 2016. Migranti provenienti da ogni angolo del mondo hanno soggiornato qui nel tentativo di raggiungere l'Inghilterra, tramite il tunnel della Manica. Per fermare il flusso migratorio la Gran Bretagna ha costruito un muro. Ieri, lunedì 9 maggio, con 250 studenti provenienti da tutta Italia, abbiamo visitato questo luogo, ultima frontiera d'Europa. Il video: https://www.youtube.com/watch?v=JHPrBsHXkok&feature=youtu.be


Europe First, l’evento a Torino

[caption id="attachment_12780" align="aligncenter" width="439"] Foto di Piero Chiariglione[/caption] "Europe First! L'Unione fa la forza" è l'evento che si è svolto lo scorso sabato 8 aprile all'Hotel NH di Piazza Carlina a Torino. 150 persone e 30 ospiti per un pomeriggio intenso di attività, organizzato dall'Associazione Aglietta. Sono intervenuti, tra gli altri, il Sottosegretario agli Affari Esteri Benedetto Della Vedova, il Segretario di Radicali Italiani Riccardo Magi, il deputato Davide Mattiello, l'ex Sindaco di Torino Valentino Castellani. Al centro della giornata l'idea alla base del progetto Europe First, che punta a raccontare l'Europa svelando le fake news e le "bufale" connesse a questo tema. In una lettera, i referenti dell'Associazione Adelaide Aglietta raccontano: "L'Unione Europea ...


Da Donetsk a Torino: la conferenza Stampa

  Questa mattina a Torino, presso la sede dell’Associazione Radicale Adelaide Aglietta, si è svolta la conferenza stampa di presentazione dell’interrogazione parlamentare sull’apertura di un centro di rappresentanza della Repubblica Popolare di Donetsk. Un’iniziativa lanciata dalla società civile torinese e da alcuni parlamentari piemontesi del Partito Democratico. Guarda il video della conferenza stampa. https://youtu.be/-hi1PkWF_M0


#openEurope: il muro tra Serbia e Ungheria

  dal Meridiano d'Europa, Budapest, 9 maggio 2016   "Abbiamo raggiunto, con oltre 150 giovani provenienti da tutta Italia, l’Ungheria per ragionare di un’Europa capace di essere solidale ed accogliente. Oggi, festa dell’Europa, abbiamo raggiunto la barriera anti-migranti eretta dal Governo Ungherese lo scorso settembre, al confine con la Serbia. Abbiamo deciso di farlo con i giovani delle scuole italiane coinvolti nel progetto Meridiano d’Europa, convinti che l’Europa abbia bisogno di costruire ponti e non muri". #OpenEurope   https://www.youtube.com/watch?v=rmxufRLP5do&feature=youtu.be


Il Meridiano d’Europa è in viaggio: #openEurope

  Il Meridiano d’Europa è un progetto che vuole sviluppare la cittadinanza attiva dei giovani nelle scuole secondarie per facilitarne l’inclusione sociale in ottica Europea e per aiutarli a sentirsi parte dei valori di questo continente.   Il progetto educativo, proposto da Acmos e portato avanti dalla rete del WeCare, coinvolge 150 giovani, provenienti da tutta Italia in Ungheria, a Budapest, dal 7 all’11 maggio, per ragionare sui temi dell’immigrazione e dell’accoglienza. Alla base di questo progetto c’è la volontà di incoraggiare la partecipazione dei giovani alla costruzione di un’Europa democratica, solidale e inclusiva, contribuendo così, a livello più generale, a combattere ogni forma di intolleranza, e a promuovere ...


Profughi: la nostra ignavia da Evian a Bruxelles

  A Cura del Centro Studi di Acmos Alla recente visita del Papa a Lesbo e all’apertura dei corridoi umanitari promossa da varie associazioni fa da contraltare il fallimento del piano della Commissione europea per la ripartizione dei profughi. Il 16 marzo la Commissione aveva cercato di rilanciare il ricollocamento dei profughi, concordato a settembre, stabilendo l’obiettivo di 6.000 relocations al mese: ma alla metà di aprile i “ricollocati” sono stati 208! Se poi si ragiona partendo dal settembre 2015, quando ci si era posti l’obiettivo di trasferire 160.000 persone entro il settembre 2017, si vede che a tutt’oggi i trasferimenti effettivi sono stati 1.145 (530 dall’Italia ...