25/05: vittoria!

Il bilancio del lavoro di advocacy che Benvenuti in Italia ha svolto in favore dei candidati che ha deciso di sostenere. Una vittoria complessiva, frutto del lavoro di tutti. Tante vittorie personali dei nostri candidati.    


Elezioni: istruzioni per l’uso.

Domenica 25 maggio 2014 si vota per l'elezione del nuovo Presidente della Regione e del nuovo Consiglio regionale del Piemonte e dell'Abruzzo. Le urne saranno aperte domenica dalle 7 alle 23. Lo stesso giorno si vota anche per le europee e per le amministrative in oltre 4.000 Comuni italiani.   Europee: Nel voto di domenica 25 maggio (urne aperte dalle 7 alle 23) i 73 seggi che spettano all'Italia saranno scelti con il principio proporzionale "tanti voti, tanti seggi". Unico limite: la soglia di sbarramento al 4%. Quei partiti che a livello nazionale non raggiungeranno almeno quella soglia non entreranno nell'europarlamento. L'elettore dovrà scegliere ...


L’Europa spiegata

  Vi proponiamo un'animazione che spiega  non tanto  come votare per le elezioni europee che si terranno domenica prossima, ma il perché farlo. Eletto ogni cinque anni, il Parlamento europeo è un attore importante e di rilievo nel processo decisionale dell'Unione europea. La sua azione plasma la legislazione europea che influisce sulla vostra vita quotidiana, che si tratti del cibo sui nostri piatti, del costo della nostra spesa, della qualità dell'aria che respiriamo o della sicurezza dei giocattoli dei nostri figli. Siamo cittadini europei,  e votare alle elezioni europee è un nostro diritto fondamentale nonchè l'unico modo di avere una voce in capitolo in ...


Maggio 2014: Voti & rose

    l'impegno elettorale della Fondazione Benvenuti in Italia   Questo non è semplicemente un invito a votare questa o quello. Questo è un invito a mobilitarci perché vengano elette alcune persone, portatrici di una storia e di una visione delle cose, nelle quali ci riconosciamo. In tempi di anti-politica e di astensionismo decidere di andare a votare è già una gran cosa, ma per noi non può bastare. Ecco perché "mobilitarci": significa trasformarci in moltiplicatori di voti, partecipando al dibattito, portandoci le nostre proposte e rimboccandoci le maniche per allargare il consenso. Fosse anche semplicemente, ma concretamente, dicendo bene di queste persone, mettendo la nostra faccia accanto ...


Un fiore a Utoya!

  Caro Daniele e cara Elly, quando sarete euro-deputati, facciamo una cosa: andiamo a portare un fiore ad Utoya. Mi rivolgo prima di tutto a voi, perché a voi mi lega un rapporto di stima e di affetto: in questo anno abbiamo avuto tante occasioni per collaborare e ogni volta ho trovato in voi sensibilità e competenza. L’Europa ha il suo “Meridiano”, il suo baricentro poetico: è la linea che unisce due piccole isole, Lampedusa e Utoya. Due luoghi che insieme evocano il senso dell’Europa che vogliamo e il mare di violenza e di ingiustizia che la lambisce e che rischia di inghiottirsela. Sulla tragedia ...


D come Domani

    Alla cortese attenzione di Davide Gariglio, segretario regionale PD Piemonte Fabrizio Morri, segretario provinciale PD Torino Matteo Besozzi, segretario provinciale PD Novara   Roma, 19 Marzo 2014  “D” come “Domani”   …Ma anche come Diego e Domenico. Diego Sarno e Domenico Rossi due persone delle quali ci fidiamo e che potranno dare un contributo concreto al governo del Piemonte, se candidati alle prossime elezioni regionali. Diego Sarno ha maturato in questi anni una riconosciuta competenza nell’amministrazione locale, facendo bene l’assessore a Nichelino dove si è occupato efficacemente di giovani, di trasparenza, di innovazione e di coesione sociale. Domenico Rossi a sua volta si è fatto le ossa animando la vita ...


La sentenza del CDS

  Sono state rese pubbliche le motivazioni della sentenza con la quale il Consiglio di Stato annulla le elezioni regionali del 2010 in Piemonte. CLICCATE QUI PER SCARICARLE


#cotadimesso…

E' finita, finalmente. Finita la Legislatura Cota, nata con l'imbroglio delle firme false, finita la farsa che ha visto per 4 anni il Piemonte governato illegittimamente. La parola torna agli elettori, con la speranza che la nostra Regione possa cambiare pagina e che le urne tornino ad essere quel momento che salda il patto tra cittadini ed eletti. Ne avvertiamo tutto l'urgenza e la necessità CLICCANDO QUI potrete scaricare l'Ordinanza del Consiglio di Stato.


Non solo mutande

Roberto Cota è alla guida della Regione Piemonte illegittimamente. E questo è un dato - non nostro, ma del TAR del Piemonte - in attesa che il Consiglio di Stato si pronunci sul ricorso presentato.Ma non è l'unico fatto che ha scolvolto il legame fiduciario tra elettori ed eletti, negli ultimi 4 anni di Governo regionale targato Lega nord - PDL. La lente della magistratura ha scandagliato a fondo nelle attività dell'Universo Cota trovando delle irregolarità, molte delle quali hanno fatto scatuire indagini, rinvii a giudizio, processi. I reati riscontrati sono quelli tipici della pubblica amministrazione: corruzione, peculato, finanziamento illecito ...


Elezioni annullate

  Sono passati 4 anni da quando abbiamo chiesto a Roberto Cota di dimettersi per le gravissime irregolarità che hanno viziato le elezioni regionali del Piemonte nel 2010: abbiamo scritto, abbiamo manifestato, abbiamo promosso ed organizzato dibattiti e serate di scuola di plitica, abbiamo coniato l'hashtag #cotadimettiti.Oggi, 10 gennaio, il TAR ha dato ragione a tutti coloro che credono nel principio di legalità: è finalmente certificato che le elezioni regionali in Piemonte sono state falsate dalla truffa di Michele Giovine e della sua lista, i Pensionati per Cota.Le elezioni sono state annullate.Quello che succederà da domani non lo sappiamo, ma abbiamo ...