Tiberio Bentivoglio e Davide Mattiello: il video

Nell'ambito del progetto "Scuola-Territorio, 100 passi verso il 21 marzo", venerdì 10 marzo l'istituto Ipia Plana di  Torino ha ospitato Tiberio Bentivoglio, testimone di giustizia che per anni ha subito gli attacchi della 'ndrangheta. Con lui ha dialogato Davide Mattiello, deputato Pd e membro della Commissione Parlamentare Antimafia che ha spiegato i punti fondamentali della riforma sui Testimoni di giustizia votata dalla Camera ed in attesa di essere promulgata anche in Senato. L'incontro è stato moderato da Andrea Zummo di Libera Piemonte ed ha visto gli interventi di Diego Sarno, coordinatore regionale di Avviso Pubblico e Francesco Daniele, coordinatore II Commissione - Circoscrizione ...


La mafia non è più quella di una volta: video integrali

  “La mafia non è più quella di una volta (ma resta quella di sempre)”, convegno organizzato a Montecitorio da Davide Mattiello, onorevole PD e membro della Commissione Antimafia, si è tenuto lo scorso 22 febbraio con l’obiettivo di riflettere, a 25 anni dalle stragi di Palermo, su come sia cambiato il fenomeno mafioso e sull'adeguatezza dell'attuale quadro normativo, dal 416 bis alla legge Anselmi. Per affrontare la complessa tematica sono stati invitati il professor Isaia Sales, storico di mafia;  Giuseppe Lombardo, Sostituto Procuratore della DDA di Reggio Calabria; Alessia Candito, giornalista di Repubblica; Fabio Repici, avvocato difensore della famiglia di Bruno ...


La mafia non è più quella di una volta (ma resta quella di sempre): il video

Il 22 febbraio 2017 si è svolto a Montecitorio  il convegno ‘La mafia non è più quella di una volta (ma resta quella di sempre)’, una riflessione, a 25 anni dalle stragi di Palermo, su come sia cambiato il fenomeno mafioso e sull'adeguatezza dell'attuale quadro normativo, dal 416 bis alla legge Anselmi. L'incontro è stato moderato e organizzato dall'onorevole Davide Mattiello, fondatore della Fondazione Benvenuti in Italia, in collaborazione con la nostra Fondazione. Alla discussione sono intervenuti il professor Isaia Sales, storico di mafia, il procuratore Giuseppe Lombardo, titolare delle maggiori inchieste in corso a Reggio Calabria contro la 'ndrangheta, la giornalista ...


Da Donetsk a Torino: la conferenza Stampa

  Questa mattina a Torino, presso la sede dell’Associazione Radicale Adelaide Aglietta, si è svolta la conferenza stampa di presentazione dell’interrogazione parlamentare sull’apertura di un centro di rappresentanza della Repubblica Popolare di Donetsk. Un’iniziativa lanciata dalla società civile torinese e da alcuni parlamentari piemontesi del Partito Democratico. Guarda il video della conferenza stampa. https://youtu.be/-hi1PkWF_M0


416ter: i casi Battaglia e Macrì

  La promessa di denaro in cambio di voti c’è stata, ma l’allora formulazione del testo 416ter del codice penale non contemplava ancora la “promessa” di denaro o altre utilità nell’alveo dei comportamenti punibili per voto di scambio politico mafioso. È questa in sintesi la sentenza emessa dalla Suprema Corte in merito alla vicenda che coinvolse l’ex segretario comunale di Rivarolo Canavese, Antonino Battaglia, e l’imprenditore Giovanni Macrì nell’ambito del processo Minotauro. I fatti risalgono al 2009 quando Macrì e Battaglia promisero la somma di ventimila euro ai boss Giuseppe Catalano e Giovanni Iaria in cambio di pacchetti di voti per conto ...


#LegalizziaAMOla: dibattito sul progetto di legge “Cannabis Legale”

  Proposto da un intergruppo parlamentare, il tema del progetto di legge "Cannabis legale" è approdato ieri alla Festa dell'Unità di Torino. E' stato organizzato dai Giovani Democratici per riflettere sul valore di questa proposta e sugli effetti che potrebbe avere, se passasse. Per approfondire il tema, abbiamo raccolto le dichiarazioni di Benedetto Della Vedova, relatore del progetto Cannabis Legale; Davide Mattiello, deputato PD membro della Commissione Giustizia e Andrea Padalino, Magistrato della Procura di Torino. https://youtu.be/LPq4p1XTlno


Mauro Esposito: ho denunciato la ’ndrangheta

Mauro Esposito, architetto di Caselle, ha denunciato la ‘ndrangheta. I soggetti indicati alle forze dell’ordine sono ancora oggi  a processo, a seguito dell’operazione San Michele. Ma il calvario dell’architetto Esposito non è terminato con minacce della ‘ndrangheta, ma continua con le richieste dello Stato che non tiene conto dell’importante azione fatta da quest’uomo: la denuncia, appunto. Oggi Mauro Esposito ha organizzato una conferenza stampa per raccontare la sua storia ed ha annunciato che inizierà uno sciopero della fame, se non arriveranno risposte dallo Stato. L’iniziativa è stata appoggiata da Pino Masciari, testimone di Giustizia; dai parlamentari della Commissione Antimafia Davide Mattiello e Stefano ...


Beni confiscati: a Pietro Grasso

      AL PRESIDENTE DEL SENATO PIETRO GRASSO Roma 30 novembre 2015 Al Presidente Sen. Pietro Grasso Senato della Repubblica via e mail pietro.grasso@senato.it Gentile Presidente, Lo scorso 11 novembre l'assemblea parlamentare della Camera ha approvato il testo del ddl n. 1039 e Ab. “Norme per accelerare i procedimenti in materia di contrasto ai patrimoni illeciti e per favorire il riutilizzo sociale dei beni e delle aziende confiscati alle mafie e tutelare il lavoro”. Il testo approvato è stato ispirato dalla proposta di legge di iniziativa popolare n. 1138 e arricchito da importanti contributi provenienti dalla Commissione parlamentare antimafia, con un dibattito e un confronto che si è ...


‘L’onere della prova’ al CLE

Il 30 novembre Unilibera ha organizzato la presentazione del libro "L'onere della prova" con Davide Mattiello, autore del libro, Elena Ciccarello, giornalista e Domenico Rossi, Consigliere Regionale del Piemonte. Ecco il video:    


Motivazioni Minotauro: 416ter

  di Camilla Cupelli   Giovedì 26 novembre sono state rese note le motivazioni della sentenza d'Appello del Processo Minotauro. Abbiamo provato ad estrapolare da queste le motivazioni riferite alla condanna dell’imprenditore edile Giovanni Macrì e del segretario comunale di Rivarolo Canavese Antonino Battaglia. Per entrambi la Corte “conferma la responsabilità in ordine al reato di cui al capo 51, qualificato lo stesso nella forma contestata come violazione dell’art. 416ter c.p., esclusa l’aggravante di cui all’articolo 7 L. 203/91 e, confermato il riconoscimento delle attenuanti generiche, ridetermina la pena in 3 anni di reclusione; elimina la sospensione dal diritto elettorale e la sospensione condizionale ...