Edisu: continuano le proteste

di Camilla Cupelli pubblicato su Acmos.net “L’anno prossimo, se la situazione non cambia, dovrò tornare a casa - dice una studentessa che frequenta un corso di laurea magistrale - ho potuto studiare qui negli anni passati grazie alle borse di studio dell’Edisu: ma ora i soldi non ci sono più. Quest’anno riesco a terminarlo, ma l’anno prossimo chissà...”. E’ soltanto una delle molte voci disperate che si levano in questi giorni dagli studenti fuori sede dell’Ateneo torinese: in seguito ai tagli per l’istruzione, l’Ente per il Diritto allo Studio del Piemonte si è visto decurtare i bilanci annuali senza pietà da parte della Regione, e la situazione ...


Un ritratto di Mario Monti

Secondo Wikipedia, Mario Monti è un economista, accademico, e senatore a vita italiano. Ha 68 anni, e in questi giorni sta preparando il nuovo governo tecnico che guiderà l'Italia fino alle prossime elezioni. Il suo pedigree accademico è impeccabile: laureato alla Bocconi, si specializza a Yale studiando con James Tobin, premio Nobel e ideatore della Tobin Tax (uno strumento di stabilizzazione dei mercati finanziari). Poi la carriera universitaria, fino al Rettorato della Bocconi. Diventa commissario europeo nel 1994 sotto Berlusconi e lo resta con D'Alema. La sua competenza viene riconosciuta trasversalmente, rendendolo il candidato ideale per presiedere un gruppo di illuminati che dovrebbe gestire la cosa pubblica in ...


Governo al capolinea?

Sempre più insistenti le voci di dimissioni del premier, che però smentisce: "Gossip privo di qualsiasi fondamento". Il direttore del Foglio aveva spiegato: "Il punto vero è per che cosa dimettersi, che cosa fare di sè, che cosa fare di tutti questi anni e qual è la vera posta in gioco: la capacità di dirigere il paese, di guidarlo, le regole adatte a un sistema maggioritario in cui il popolo sceglie chi governa, esprime un mandato su un programma. Questa è la posta in gioco. Qualunque soluzione mascherata di emergenza che non siano le elezioni subito è inutile". La possibile ...


E Tremonti violò il codice d’onore del PDL

Giulio Tremonti, “il coniglio dei ministri”. Così, sulla prima pagina del Giornale, si consuma la rottura tra Silvio Berlusconi e il “Genio” che, dal giorno ormai lontano della discesa in campo, ha retto l’Economia in tutti i governi guidati dal Cavaliere. Il commento di Mario Giordano (titolo completo: “La fuga nel giorno del giudizio: Giulio il coniglio dei ministri”), fissa su carta il grande malumore del Pdl verso il ministro, assente ieri dall’aula in cui si votava sull’arresto del suo ex braccio destro Marco Milanese. Uno sgarro al codice d’onore del Pdl: “Mentre i parlamentari della maggioranza facevano quadrato per salvare ...


Caselli “Non una riforma, ma un’azione contro la magistratura”


L’intervista a Gian Carlo Caselli

<object width="640" height="390"><param name="movie" value="http://www.youtube.com/v/dGoPNgPMECA?fs=1&amp;hl=it_IT"></param><param name="allowFullScreen" value="true"></param><param name="allowscriptaccess" value="always"></param><embed src="http://www.youtube.com/v/dGoPNgPMECA?fs=1&amp;hl=it_IT" type="application/x-shockwave-flash" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true" width="640" height="390"></embed></object>


Gheddafi, Unicredit e le nostre scelte di un anno fa.

Un anno fa abbiamo deciso di slegarci da Unicredit per non aver nulla a che fare con il tiranno libico Geddafi e per denunciare le connivenze che il nostro Paese aveva (ed ha) con quel regime. Oggi, di fronte alle immagini dei morti ammazzati in Libia, invitiamo tutti a riflettere su certe scelte politiche apparentemente convenienti.


Le parole di Giancarlo Caselli

"La misura è colma. Non la misura della nostra pazienza. Ma Vicina al livello di guardia è la misura della compatibilità con le regole di convivenza istituzionale proprie di un sistema democratico": lo ha detto Gian Carlo Caselli, Procuratore capo a Torino, all'inaugurazione dell'anno giudiziario, in un intervento in cui ha criticato più volte il Presidente del Consiglio. "Definire cospiratori - ha aggiunto Caselli - coloro che sono portatori di legalità non è solo offensivo, ma è profondamente ingiusto. Come fosse ossessionato dai suoi problemi giudiziari il presidente Berlusconi ha moltiplicato i suoi interventi volti a indurre, nei più, l'immagine della ...


Benvenuti in Italia si associa alla manifestazione di Libertà e Giustizia del 5 febbraio

Perchè non possiamo più tollerare che il nostro Presidente del Consiglio tratti la cosa pubblica come una cosa sua. Perchè non ne possiamo più di annusare l'odore della putrefazione morale, etica, politica di questo paese. Perchè è tempo che l'Italia tutta possa uscire da questa parentesi ventennale fatta di corruzione, malaffare, immobilismo, intolleranza. Si dimetta, Presidente. Davide Mattiello.


Le carte dei PM sul Presidente del Consiglio

Clicca qui per accedere agli atti