29 aprile 2013

No alla fiducia

Mattiello1-475x290

Non ho votato la fiducia al Governo.

Alla formazione di questo Governo obiettano la mia coscienza, la mia storia, le ragioni per le quali ho accettato la candidatura nel PD come indipendente.

Riconosco lo sforzo del Presidente Letta e sarò lieto di ricredermi sulla capacità del suo Esecutivo di cambiare ciò che non va, ma resto convinto che la riforma di cui l’Italia ha più bisogno sia quella della legalità. Il nostro Paese affonda nella corruzione e nel rapporto irrisolto tra politica e mafia. L’unica pacificazione nazionale possibile è quella che passa attraverso la verità, giudiziaria e storica. Non c’è altra via alla Terza Repubblica.

Ho messo a disposizione le mie dimissioni dal Gruppo parlamentare PD.

Tuttavia auspico di poter portare ancora in questo Gruppo il mio contributo al rinnovamento, in sintonia con quanti si stanno già impegnando in tal senso.

On. Davide Mattiello