25 Luglio 2019

Natalonga per l’Europa, il video

 

 

1700 metri a nuoto all’origine del sogno europeo, dall’isola di Santo Stefano alla spiaggia di Calanave a Ventotene, per riaffermare l’urgenza di rilanciare i valori fondanti dell’Unione europea e per rivendicare una nuova Europa fondata sull’uguaglianza dei diritti.

È con questo spirito che domenica 21 luglio 2019, 50 nuotatori provenienti da tutta Italia hanno partecipato alla prima “Natalonga per l’Europa” promossa e organizzata da EuropaNow!, insieme all’associazione Acmos e alla Fondazione Benvenuti in Italia. Tra loro anche due pronipoti di Altiero Spinelli, che esiliato sull’isola dal regime fascista insieme a Ernesto Rossi, nel 1941 redasse il cosiddetto “Manifesto di Ventotene”, per un’Europa libera e unita.

Per tutti il premio – oltre alla soddisfazione di aver percorso un miglio marino a nuoto nello splendido scenario del mare pontino, partendo dall’isola che ospitò il carcere dove furono rinchiusi molti dissidenti politici del regime fascista – una medaglia coi colori dell’Europa e una maglietta con il famoso motto di Altiero Spinelli: “La via da percorrere non è facile, né sicura. Ma deve essere percorsa, e lo sarà!”.

La “Natalonga per l’Europa” ha avuto il patrocinio del Comune di Ventotene, della Rappresentanza italiana della Commissione UE e dell’Università Roma3 ed è stata pensata dagli organizzatori per percorrere simbolicamente a nuoto il traguardo di un’Europa unita e in pace dopo le due guerre mondiali, così come la immaginarono i loro padri fondatori Ernesto Rossi e Altiero Spinelli. E per gettare le basi di una Repubblica d’Europa, fondata sull’uguaglianza dei diritti e dei doveri di tutti i cittadini.