2 maggio 2014

Maggio 2014: Voti & rose

 

 

l’impegno elettorale della Fondazione Benvenuti in Italia

 

Questo non è semplicemente un invito a votare questa o quello.

Questo è un invito a mobilitarci perché vengano elette alcune persone, portatrici di una storia e di una visione delle cose, nelle quali ci riconosciamo.

In tempi di anti-politica e di astensionismo decidere di andare a votare è già una gran cosa, ma per noi non può bastare.

Ecco perché “mobilitarci”: significa trasformarci in moltiplicatori di voti, partecipando al dibattito, portandoci le nostre proposte e rimboccandoci le maniche per allargare il consenso.

Fosse anche semplicemente, ma concretamente, dicendo bene di queste persone, mettendo la nostra faccia accanto alla loro. A cominciare dai social. Coraggio!

La stella polare delle nostre scelte sono gli Stati Uniti d’Europa: la più grande sfida per la nostra generazione. Una sfida che noi vogliamo vivere insieme alla grande famiglia del PSE (http://www.pes.eu/), la social democrazia europea che ha decisamente contribuito a questi 70 anni di pace e di giustizia sociale. Per anni abbiamo atteso che il Partito Democratico facesse la scelta di aderirvi e ora che l’ha fatta, non possiamo che esserne convinti sostenitori.

Il crogiolo del nostro dibattito e delle nostre proposte è la Scuola di Politica “Renata Fonte”, dove abbiamo elaborato e discusso prima l’Agenda Molti (http://bit.ly/1rwHDOb), poi il IV Quaderno: Piemonte, cuore Euro-mediterraneo (http://bit.ly/1nywmPM), dove abbiamo incontrato e conosciuto i candidati che ora vi presentiamo:

Diego Sarno (http://www.diegosarno.it), che a Nichelino si batte con coerenza accanto ad Angelino Riggio per coronare il progetto di rinnovamento del Comune, caratterizzato fino a qui da uno straordinario coinvolgimento popolare.

Domenico Rossi (http://www.rossidomenico.it), che a Novara si batte per entrare in Consiglio Regionale, trasformando in programma politico l’esperienza accumulata in anni di impegno sui temi della legalità e della trasparenza.

Daniele Viotti (http://www.danieleviotti.it), che nella Circoscrizione Nord-Ovest si batte per portare in Europa più laicità, più pluralismo, più cultura e più Piemonte, di cui ha imparato a conoscere margini e sfumature, percorrendolo con passione.

Mercedes Bresso (http://www.mercedesbresso.it), candidata nella stessa Circoscrizione per l’Europa, con la quale abbiamo condiviso questi quattro anni di impegno per l’annullamento delle elezioni regionali, viziate da pesanti irregolarità.

Sergio Chiamparino (http://bit.ly/1rDsdti), candidato alla Presidenza della Regione Piemonte, che ha tra i suoi talenti quello di saper fare squadra con chi merita. Come dimostra anche un listino ricco di presenze stimate. Tra queste, la più cara per noi è senz’altro quella di Marco Grimaldi (http://www.marcogrimaldi.it).

Riccardo Brezza (http://on.fb.me/1k323Kt), che si batte a Verbania per il Comune dove è candidato consigliere, dopo essere diventato giovanissimo segretario locale del PD,

 

Scrutando bene il panorama poi, si vedono altri compagni di strada che si stanno cimentando con le campagne:

ad Asti c’è Michele Miravalle (http://www.michelemiravalle.it/) che corre per un seggio in Regione e con il quale abbiamo fatto tanto lavoro associativo negli anni passati, come ne abbiamo fatto con Davide Lo Duca (http://on.fb.me/1pGfOr0) candidato consigliere comunale a Verbania. A Chieri c’è Claudio Martano (http://on.fb.me/1kkVFBc) candidato Sindaco e noi sappiamo quanto i Martano siano una garanzia di cura del bene comune.

 

Insomma: ce n’è quanto basta per non stare a guardare. Convinti che non esista la situazione perfetta, tanto meno in politica, dove ogni risultato è figlio di una mediazione grandinata di conflitti, ma esistano situazioni che più di altre ci consentono di avvicinare la realtà ai nostri sogni.

Non c’è rosa senza terra. Non c’è frutto senza travaglio.

Continuiamo a costruire: un passo alla volta, ogni volta un passo.

 

On. Davide Mattiello, presidente Fondazione Benvenuti in Italia

 

___________________________________________________

 

Scopri chi siamo su www.benvenutiinitalia.it

 

Elezioni 2014: istruzioni per l’uso.

Europee:

Le Elezioni Europee 2014 si svolgeranno domenica 25 maggio. I seggi si apriranno alle ore 7 e chiuderanno alle ore 23.

Si vota tracciando una croce sul simbolo del partito prescelto. E’ possibile esprimere la propria preferenza per un massimo di tre nominativi presenti nella lista elettorale del partito; nel caso in cui si intendano scegliere tre nominativi occorre tenere conto del meccanismo della “tripla preferenza di genere”, le preferenze, cioè, dovranno riguardare candidati di sesso diverso, pena l’annullamento della terza preferenza.

 

Regionali:

 

Le Elezioni Regionali 2014 si svolgeranno domenica 25 maggio. I seggi si apriranno alle ore 7 e chiuderanno alle ore 23.

L’elettore può votare per il candidato Presidente facendo un segno sul nome, in questo modo però non si dà nessuna preferenza ai partiti che si presentano. Si può invece votare per un partito, senza indicare nessun candidato, così facendo il voto va al candidato collegato a quella lista. Nelle elezioni regionali ci sono le preferenze, si può quindi esprimere la preferenza per un candidato alla carica di consigliere scrivendo il cognome. È possibile anche optare per il voto disgiunto ovvero votare per un candidato Presidente da una parte e un partito che sostiene un altro candidato dall’altra.

 voti&Rose