3 Giugno 2019

I nuovi nazionalismi

Negli ultimi anni stiamo assistendo alla crescita di movimenti nazionalistici che in maniera sempre più prepotente rivendicano il diritto a innalzare muri e chiudere i confini per “difendere” i propri Stati dalle migrazioni e dal terrorismo.

Essi trovano giustificazione dall’errata idea che lo Stato per essere tale debba ospitare una popolazione il più possibile “omogenea” che condivida lingua, cultura e religione, pena la perdita di “valori”. E’ quanto sta accadendo in Europa, ma anche negli Stati Uniti di Trump o nell’India di Modi.

Con le nostre Maria Chiara Giorda, storica delle religioni, e Anna Mastromarino, costituzionalista, sabato 15 giugno, alle 10.00 a Binaria  – in via sestriere 34, Totino – discuteremo dei motivi del successo dei nazionalismi e degli anticorpi per sconfiggerli.

Con questo evento chiudiamo il ciclo di incontri in collaborazione con italiadecide sui temi della democrazia partecipata, dell’etica pubblica e dell’Unione Europea che si sono tenuti dal mese di gennaio.