5 ottobre 2016

Giorda in Parlamento: radicalizzazione e estremismi

giorda

 

La nostra coordinatrice scientifica Maria Chiara Giorda è stata convocata lunedì 3 ottobre 2016 per un’audizione alla Camera dei Deputati sul tema delle radicalizzazioni, nell’ambito del progetto di legge “Misure per la prevenzione della radicalizzazione e dell’estremismo jihadista”.

Il provvedimento in discussione è molto interessante perché (cit.) “mira a disciplinare misure, interventi e programmi diretti a prevenire i fenomeni di radicalizzazione e diffusione dell’estremismo a sfondo jihadista sulla base degli eventi terroristici su scala internazionale. Oltre a puntare al recupero sociale, culturale e professionale dei soggetti coinvolti, sono previste attività di formazione specialistica per gli appartenenti alle forze di polizia. La proposta di legge interviene sulle misure di prevenzione tra i più giovani in ambito scolastico, con linee guida sul dialogo interculturale e interreligioso assieme al monitoraggio sulle iniziative delle istituzioni scolastiche […]”.

In particolare all’art 4 della proposta di legge si dice che:

“La presente proposta di legge si occupa anche di predisporre misure idonee a prevenire episodi di radicalizzazione fra i giovanissimi in ambito scolastico. Si dispone quindi, all’articolo 4, che l’Osservatorio nazionale per l’integrazione degli alunni stranieri e per l’intercultura elabori e aggiorni periodicamente linee guida sul dialogo interculturale e interreligioso ed effettui un monitoraggio sulle varie iniziative poste in essere a tale fine dalle istituzioni scolastiche. Si favorisce l’accesso di studenti e docenti a iniziative di dialogo interculturale e interreligioso con studenti e docenti di altre nazionalità e si incentivano le attività di formazione dei docenti in tali ambiti”.

La nostra esperienza come Fondazione sul tema dell’educazione, anche all’interno di un più ampio network che vede in particolare l’associazione romana UVA Universolaltro – specificatamente per quanto riguarda gli aspetti della superdiversità culturale e religiosa – è stata portata alla Camera dei Deputati sia attraverso le parole di Maria Chiara Giorda che tramite la consegna del materiale di studio e di laboratorio che abbiamo elaborato negli ultimi anni.

Si è trattato dunque di una straordinaria occasione di confronto su un tema attuale e imprescindibile. Guardate l’intervento completo: