24 ottobre 2017

Ecosistema Scuola: il rapporto di Legambiente

 

Presentato a Roma il nuovo rapporto Ecosistema Scuola di Legambiente, il XVIII di questo tipo. La fotografia dei nostri istituti scolastici, non molto lontana da quella emersa dal recente rapporto di Cittadinanzattiva, è tutt’altro che rassicurante. Il 60% degli edifici, infatti, è stato costruito prima del 1976 e spesso necessita di interventi di manutenzione se non di importanti riqualificazioni. Inoltre, risulta ancora carente rispetto alle norme di sicurezza della legislazione attuale.

Anagrafe scolastica Miur

L’Anagrafe scolastica, di cui si parla da anni, è incompleta. Per Legambiente è una nota dolente che si trascina da diverso tempo. Se risultano 42.408, nel Portale Unico dei Dati della scuola del Miur sono 50.804, di cui ben 14.711 registrati nel sistema due volte, con gli stessi dati. I dati certi quindi si riferiscono solo a 36.093 edifici. Oltre 6.000 mancano all’appello.

Secondo il questionario di Legambiente, il 43,8% degli edifici nazionali necessita di manutenzione urgente.

Energia

Efficentamento energetico e uso di fonti rinnovabili negli edifici scolastici sono chimere: solo lo 0,3% degli edifici infatti si trova in classe A e solo il 4,2% nelle prime tre classi energetiche (A, B, C), mentre la metà degli edifici si trova ancora in classe G. Solo il 18% degli edifici utilizza inoltre fonti rinnovabili.

Priorità

Le linee su cui agire con urgenza sono, per Legambiente, almeno tre: l’anagrafe dell’ediliza scolastica, la semplificazione delle linee di finanziamento per questo tipo di interventi e l’accompagnamento dei comuni nella manutenzione e nell’intervento.