11 ottobre 2012

Capozzi Fiat 4 a 0!

4 a 0!

Questo il risultato della vertenza legale tra la Fiat e Pino Capozzi

L’oggetto del contendere erano le mensilità che Pino ha chiesto per i cinque mesi in cui non ha potuto lavorare, a causa del licenziamento poi annullato dal Tribunale nel corso della causa sindacale.

 Pino, lo ricordiamo, è stato reintegrato in FIAT dopo una lunga battaglia che lo ha visto coraggiosamente in prima fila a lottare per il suo posto di lavoro.

Benvenuti in Italia ed Acmos si sono schierati da subito al suo fianco, convintamente; abbiamo seguito tutte le fasi dibattimentali che hanno portato Pino al reintegro in Fiat.

Oggi il Tribunale di Torino ha quindi dato ragione a Pino, disponendo che la Fiat versi nei suoi confronti le 5 mensilità mancanti, gli interessi legali e naturalmente le spese processuali. Più il versamento del delta contributivo INPS.

Dichiarata così l’illegittimità del licenziamento che così viene annullato, Pino è reintegrato a tutti gli effetti nel suo posto di lavoro, sia da un punto di vista sindacale che da lavoratore.

L’azienda ha già annunciato che farà ricorso, ma noi intanto ci godiamo questo 4 a 0 contenti di essere stati al fianco di Pino Capozzi da subito senza se e senza ma.