12 settembre 2016

Buon inizio ragazzi, e buon pranzo!

cibo

 

Oggi ricomincia ufficialmente l’anno scolastico per più di otto milioni di studenti e auguriamo a tutti un buon anno, ricco di stimoli e di crescita personale e collettiva.

La nostra scuola pubblica di oggi è il risultato di un impegno lungo decenni, secoli. Ci sono volute molte battaglie per consentire che fosse uno spazio per tutti, un diritto consolidato a prescindere dal sesso e dal reddito.

Ogni volta che mettete le gambe sotto al banco, prestateci attenzione.

Non è sempre stato così e dobbiamo vigilare tutti affinché non si faccia alcun passo indietro rispetto al diritto allo studio, che è la via per diventare protagonisti del cambiamento che vogliamo incarnare attorno a noi, insieme.

Il diritto allo studio passa anche da una scuola capace di tutelare le diversità culturali ed elidere le differenze economiche.

E quindi nel nostro Paese passa anche dalla tavola, dal condividere il cibo e riconoscere le scelte etiche, religiose, salutari altrui. 

Per questo ci impegniamo a chiedere conto delle scelte della politica, affinché vadano incontro alle esigenze di tutte le famiglie che hanno scelto la scuola pubblica quale luogo di crescita dei propri figli.

Buon anno e buon pranzo a tutti!

 

 

Leggi anche: