Benvenuti in Italia

19 ottobre 2017

#siiussoli: manifestazione e presidio

L’Italia siamo già noi! Per l’approvazione immediata dello “IUS SOLI” Manifestazione piemontese: Venerdì 20 ottobre, ore 10.00, Piazza Castello, Torino PRESIDIO PERMANENTE FINO A VENERDÌ 3 NOVEMBRE Una mobilitazione per approvare una legge di civiltà e per mettere fine ai colpevoli ritardi del Parlamento Italiano. Da due anni ormai, la Camera dei Deputati ha approvato il testo unificato in materia di cittadinanza che consentirebbe ai figli di immigrati, nati o cresciuti nel nostro Paese, di diventare italiani accedendo al cosiddetto “Ius soli” e “ius culturae”. Da quella data, però, il testo è rimasto bloccato in Senato e, ancora oggi, non è stata prevista la calendarizzazione ...

18 ottobre 2017

#via3ottobre: firma anche tu!

Abbiamo lanciato una raccolta firme per chiedere al Consiglio Comunale della Città di Torino di intitolare uno spazio pubblico alla memoria delle Vittime dell’Immigrazione, per non dimenticare le 368 persone annegate il 3 ottobre del 2013 a poche miglia da Lampedusa. Sono molti i personaggi di spicco torinesi e non che hanno deciso di appoggiare l'iniziativa #via3ottobre, come  Don Luigi Ciotti; i musicisti Max Casacci e Davide Di Leo; lo scrittore Fabio Geda; i magistrati Gian Carlo Caselli e Francesco Gianfrotta; Gustavo Zagrebelsky ex Presidente della Corte Costituzionale; l'on. Davide Mattiello e poi Lamine Sow, Coordinatore del Dipartimento Immigrazione della Cgil Piemonte; Andreja Restek, giornalista ...


11 ottobre 2017

L’Italia siamo già noi! Appello per lo IUS SOLI

Appello piemontese in favore dell’approvazione immediata dello “IUS SOLI” Noi uomini e donne della società civile piemontese - associazioni, sindacati, gruppi informali - abbiamo deciso di mobilitarci al fine di non far calare l’attenzione sulle modifiche della legge sulla cittadinanza n.91/1992 che mirano ad introdurre significativi miglioramenti per l’accesso alla cittadinanza dei minori di origine straniera, attualmente italiani di fatto ma non di diritto. Il 13 ottobre 2015, la Camera dei Deputati ha approvato il testo unificato in materia di cittadinanza che consentirebbe ai figli di immigrati, nati o cresciuti nel nostro Paese, di diventare italiani accedendo al cosiddetto “Ius soli” e ...


5 ottobre 2017

Lo stato di salute delle nostre scuole

Sono 156 i crolli nelle scuole, monitorati da Cittadinanzattiva, nel periodo di tempo che va dal 2013 a oggi. Quarantaquattro solo nell'ultimo anno. Secondo il rapporto 2017, solo il 3% delle scuole italiane si può considerare in buono stato. La manutenzione ordinaria degli edifici è stata effettuata in circa una scuola su quattro (26%) mentre quella straordinaria nel 21% dei casi analizzati. Il 30% delle aule presenta "segni di fatiscenza" e il 26% distacchi di intonaco. In media, le scuole italiane con il possesso dell'agibilità statica sono solo il 26%, anche se il Piemonte è tra le regioni più virtuose (54%). Gli edifici ...


3 ottobre 2017

#via3ottobre: lettera alla Cittadinanza

TORINO NON DIMENTICA  – Lettera aperta alla Cittadinanza – Siamo giovani di Torino. Siamo studenti, animatori sociali, lavoratori, migranti e volontari che da anni si impegnano per costruire una città a misura di ciascuno. Vogliamo prendere parte alla vita della nostra città, per essere cittadini consapevoli e responsabili del presente e del futuro della nostra comunità. Oggi è il 3 Ottobre, una giornata tanto importante quanto dolorosa, nella quale ricordiamo tutte le Vittime innocenti dell’Immigrazione. Il 3 Ottobre 2013, un “barcone” carico di migranti, in maggioranza eritrei, partito dalle coste libiche, affondò nel Mar Mediterraneo a meno di un miglio dall’ Isola di Lampedusa. Quel giorno persero ...


1 ottobre 2017

Il Codice Antimafia è legge

  Il nuovo Codice Antimafia è legge. Le parole del relatore Davide Mattiello: "Finalmente risolve tanti nodi che hanno afflitto fino a qui la confisca dei patrimoni criminali. Lo ha detto il CSM e con la stessa chiarezza lo ha detto il Procuratore Nazionale Anti mafia Roberti. Mente, sapendo di mentire chi dice che d’ora innanzi basterà un semplice indizio di colpevolezza per vedersi confiscare l’azienda: l’indizio di colpevolezza è soltanto l’innesco delle verifiche patrimoniali. Il sequestro scatta solo quando un giudice terzo conferma che il sospettato ha nella disponibilità un patrimonio di provenienza illecita. Con tutta la corruzione organizzata che corrode ...


22 settembre 2017

Tutte le tappe del contrasto alle mafie

Fino al 1982, la mafia non esisteva nemmeno nel Codice Penale italiano. Abbiamo ripercorso le più importanti norme approvate per contrastare la criminalità organizzata. #adesso la riforma del Codice Antimafia, in aula il 25 settembre. https://youtu.be/ov64mqA9iV0


20 settembre 2017

Codice Antimafia: le tappe della riforma

La riforma del Codice Antimafia torna in aula il 25 settembre in terza lettura. Dopo essere stata approvata nel novembre 2015 alla Camera, è stata modificata e approvata in Senato nel giugno 2017 e torna quindi alla Camera per l'approvazione definitiva. Chiediamo che sia #adesso.


20 settembre 2017

#adesso: la Riforma del Codice Antimafia

Il 25 settembre torna alla Camera la discussione sulla Riforma del Codice Antimafia che ci auguriamo sia approvata senza alcuna modifica rispetto al testo uscito dal Senato. Avevamo già spiegato in un articolo le ragioni che ci spingono a chiedere ai deputati di votare il provvedimento #adesso. Di seguito, invece, un'infografica esplicativa con i punti più importanti oggetto della Riforma che riguarda i beni confiscati e le misure di prevenzione patrimoniale. Relatore del provvedimento è Davide Matterello, nostro eletto in Parlamento e tra i fondatori della Fondazione Benvenuti in Italia, membro delle commissioni Giustizia e Antimafia. (Clicca sull'infografica per ingrandirla)


19 settembre 2017

#adesso: approvare la riforma del Codice Antimafia

Torna in Aula alla Camera la riforma del Codice Antimafia nella parte che riguarda le misure di prevenzione patrimoniale e la confisca dei beni ai mafiosi. L’inizio della discussione è fissato per il 25 settembre e nei giorni successivi ci auguriamo che si arrivi all’approvazione definitiva in terza lettura: dopo essere stata approvata alla Camera nel novembre del 2015, infatti, la riforma si è poi arenata per due anni in Senato dove è stata votata nel luglio del 2017, subendo alcune modifiche. Risulta dunque urgente l’approvazione definitiva alla Camera del testo uscito dal Senato per non correre il rischio che ...