5 maggio 2011

A proposito di Acqua Pubblica

“Il regolamento sulla par condicio per i referendum del 12 e 13 giugno dovrebbe essere già applicato, e invece non è neanche stato approvato. Un altro colpo basso contro una consultazione su temi – acqua e nucleare – che gli italiani hanno molto a cuore ma che, evidentemente, a qualcuno danno parecchio fastidio”. Il Comitato ‘2 sì per l’acqua bene comune’ e il Comitato ‘Vota Sì per fermare il nucleare’ si preparano alla mobilitazione: annunciano, in occasione della prossima riunione della Commissione parlamentare di vigilanza sulla Rai, martedì prossimo 3 maggio, un sit-in davanti a Palazzo San Macuto (ore 14) in via del Seminario.

“Gli italiani – si legge in una nota – stanno rischiando di vedersi scippare dei referendum che la Costituzione garantisce loro. Nel frattempo è scesa una cortina fumogena, e sulla consultazione i mezzi d’informazione sono praticamente latitanti”. Per questo, proseguono il Comitato ‘2 sì per l’acqua bene comune’ e il Comitato ‘Vota Sì per fermare il nucleare’, “chiediamo che martedì la Commissione di Vigilanza superi le contrapposizioni in nome dell’informazione e del pluralismo, e dia via libera al regolamento sulla par condicio. Immediatamente: abbiamo già passato il segno, ma ritardare ancora l’approvazione sarebbe un’ulteriore grave affronto agli italiani”.

Referendum: presidio davanti alla commissione di Vigilanza Rai

di redazione Articolo 21