24 Luglio 2014

8xmille all’Edilizia Scolastica è realtà!

8permillevittoria

C’è voluto tempo, ma la battaglia lanciata da Benvenuti in Italia per dare la possibilità agli italiani di destinare l’8 per mille all’edilizia scolastica è diventata finalmente realtà. La Campagna, dedicata a Vito Scafidi, giovane 17enne morto per il crollo del contosoffitto della sua aula, il 22 novembre 2008, è nata dalla convinzione che dalle scuole italiane si costruisce il nostro futuro del nostro Paese e che la sicurezza degli istituti  è una priorità, dalla quale partire.

Di seguito il Comunicato Stampa diramato da Benvenuti in Italia, Libera, Cittadinanza Attiva e Legambiente

Risorse 8 per mille per edilizia scolastica – via libera dal Consiglio dei ministri al decreto presidenziale
Plauso delle associazioni Benvenuti in Italia, Cittadinanza attiva, Libera e Legambiente
“Un importante passo avanti per costituire una continuità di risorse finanziare che permettano una efficace manutenzione del patrimonio edilizio scolastico”

“Plaudiamo al via libera che il Consiglio dei Ministri ha dato ieri al decreto presidenziale, che prevede l’utilizzo dei fondi dell’8 per mille destinato al miglioramento qualitativo e alla messa in sicurezza degli edifici scolastici. Un passo in avanti che come associazioni abbiamo sempre caldeggiato nella convinzione che questa opportunità possa andare a costituire una continuità di risorse finanziare che contribuiscono a costruire un quadro per il futuro della manutenzione del nostro patrimonio edilizio scolastico, che deve superare l’approccio emergenziale in favore di una programmazione di fondi ed interventi di lungo respiro”. Così si esprimono Benvenuti in Italia, Cittadinanza attiva, Libera e Legambiente, le associazioni che da tempo sostengono la necessità di far rientrare l’edilizia scolastica fra i beneficiari del fondi dell’8 per mille Irpef a gestione statale.

Ora occorre trasparenza nei metodi di suddivisione di questi fondi, anche per scongiurare il rischio di dispersione di quanto donato dai cittadini con precise scelte, in fondi indistinti che lasciano a queste situazioni di emergenza solo pochi e impotenti residui’ sottolineano le associazioni. “Siamo disposte –aggiungono le associazioni – a fare una campagna informativa presso i cittadini per sensibilizzare intorno a questa nuova opportunità, ma per fare questo è necessario finalizzare su progetti precisi e esplicitati quanto destinato per l’edilizia scolastica”.

TUTTA LA STORIA DELLA CAMPAGNA 8 X MILLE MANDALO A SCUOLa