31 maggio 2013

2 giugno con L&G

banner-bologna

“Non è cosa vostra” 
La manifestazione del 2 giugno a Bologna
con Zagrebelsky, Rodotà e Settis anche Roberto Saviano

http://www.libertaegiustizia.it/non-e-cosa-vostra/
http://www.libertaegiustizia.it/2013/05/18/non-e-cosa-vostra/

Sono già più di 40 le associazioni di cittadini che si raccolgono attorno alla difesa dei diritti e delle istituzioni repubblicane previste dalla Costituzione che hanno aderito al manifesto “Non è cosa vostra” e che saranno presenti con le loro bandiere alla manifestazione del 2 giugno a Bologna(piazza Santo Stefano dalle ore 13.30).

La mobilitazione si articola attorno all’appello (leggi l’appello sul sitohttp://www.libertaegiustizia.it/2013/05/18/non-e-cosa-vostra/) scritto da Gustavo Zagrebelsky che aprirà la manifestazione insieme a StefanoRodotà, Salvatore Settis, Roberto Saviano e Nando dalla Chiesa.

Obiettivo principale dell’incontro è costruire un movimento di cittadini e associazioni che risulterà essenziale anche in vista di un referendum confermativo.

Interverranno, tra gli altri, Alessandro Pace, presidente di “Salviamo la Costituzione: aggiornarla non demolirla”; la costituzionalista LorenzaCarlassare; Maurizio Landini, segretario della Fiom; il presidente dell’A.N.P.I. Carlo Smuraglia; il docente esperto di criminalità e corruzione Alberto Vannucci; Beppe Giulietti di Articolo 21; Raniero La Valle dei Comitati Dossetti e Giovanna Maggiani Chelli, presidente dei famigliari delle vittime di via dei Georgofili.

Oltre al mondo dell’associazionismo (vedi l’elenco completohttp://www.libertaegiustizia.it/non-e-cosa-vostra/) aderiscono anche singoli politicitra gli altri i deputati Rosy Bindi, Pippo Civati, DavideMattiello e il senatore Felice Casson. 

Per info e adesioni: 2giugno@libertaegiustizia.it.

Per accrediti stampa: stampa@libertaegiustizia.it